Chiusura della farmacia h24 a Scafati, Angelo Matrone contrario alla decisione della Commissione ministeriale

“Trovo preoccupante l’ipotesi di chiusura della farmacia h24 del Centro Plaza, perché è attualmente l’unico presidio sanitario della città che serve anche diverse comunità del Vesuviano”. Così Angelo Matrone, ex consigliere comunale di Scafati, interviene sulla possibile serrata della farmacia nella frazione San Pietro.

“Si eliminerebbe un servizio fondamentale come quello farmaceutico, visto anche che Scafati, da ormai un lustro, non ha più l’opportunità di avere un proprio ospedale. Parliamo di una comunità di 50mila abitanti, che non può accontentarsi della cosiddetta farmacia con reperibilità di chiamata. Sarebbe opportuno investire, anziché tagliare con una sorta di miopia amministrativa”. Per Matrone, dunque, servizi come quello della farmacia h24 avrebbe anche la capacità di fare in parte da traino all’economia dell’intera città.

Da qui l’appello alla Commissione ministeriale che guida il Comune. “Questa città ha vissuto diverse difficoltà negli ultimi mesi. Questa comunità merita rispetto e, se necessario, il Comune tagli dal bilancio i veri sprechi. La gente non può pagare gli errori di pochi personaggi. Inutile predicare il ritorno alla legalità e poi tagliare i servizi essenziali”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati