Choc all’ospedale, offesa perchè trans

Una transessuale iscritta all’Associazione trans italiana, registrata come donna all’anagrafe, vittima di discriminazioni in ospedale: a denunciare l’accaduto è l’assessore alle pari opportunità del Comune di Napoli, Daniela Villani. La donna, fa sapere l’assessore, è stata offesa e umiliata dal personale paramedico del San Giovanni Bosco di Napoli a cui si era rivolta per problemi cardiaci. Dopo le offese ha rinunciato alle cure ed è andata via.

“Ho chiesto al responsabile dell’Ospedale e al neo direttore generale della Asl Napoli 1 – dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e membro della commissione Sanità – di avviare una inchiesta interna sull’accaduto. Non sarebbe accettabile un simile comportamento da parte del personale medico e paramedico che è pagato per assistere i pazienti indipendentemente dal loro sesso. Se la versione della transessuale sarà confermata chiederò la sospensione dal servizio da parte di chi l’ha offesa gratuitamente facendole addirittura rinunciare alle cure”.