Compagno fino alla fine. Scomparso Peppino Amarante

Se ne va un pezzo di storia politica e vanto degli angresi che ebbero in lui il primo vero ed unico rappresentante politico alla Camera dei deputati di Roma. Giuseppe Amarante, il “compagno” è stato il baluardo della passione rossa, fino alla fine fedele agli ideali di quel comunismo che ha animato intere generazioni. Amarante non ha mai voluto effettuare la svolta ne ha creduto nella “Bolognina”. Il tempo e l’usura biologica hanno fermato le sue pulsioni, si è addormentato per il sonno dei giusti nell’ospedale di via San Leonardo. Giuseppe Amarante, 82 anni ad ottobre, a partire dalla fine degli anni sessanta è stato il faro, il riferimento nella storia politica del Partito comunista salernitano.

Giovanissimo, cominciò il suo percorso ideologico, iniziando la sua passionale militanza nelle fila del partito Comunista quando aveva appena 15 anni, quando era operaio ad Angri. La tenacia di credere in certi valori ed ideali furono il punto iniziale di un’ascesa che lo portarono a rivestire ruoli di grandissima importanza. Prima segretario della Camera del Lavoro, poi segretario della Federazione del partito Comunista, nel 1970 rivestì il ruolo di consigliere comunale del Comune di Salerno.

Nel 1975 fu eletto consigliere regionale e per ben due legislature, fino al 1982 fu deputato del PCI di Enrico Berlinguer. Amarante resterà esempio di idee e di grande onestà e pulizia mentale, valori che oggi sono difficili da trovare. Riposerà a Vietri Sul mare dove sarà tumulato nella cappella di famiglia. Il ricordo di Vincenzo de Luca: ‹‹ Peppino Amarante è stato uno dei protagonisti più rilevanti della vita sociale e politica della nostra comunità fin dalla più giovane età.

L'intera sua vita è stata ispirata dall'impegno per la causa dei lavoratori e lo sviluppo del territorio che ha testimoniato in tutti gli incarichi svolti come segretario della Camera del Lavoro, segretario provinciale del Partito Comunista, consigliere regionale e deputato al Parlamento. Di grande rilievo anche la sua presenza a Palazzo di Città come consigliere comunale sempre attento nella sua azione e nei suoi interventi al progresso della città. Di Amarante ricordiamo anche la preziosa attività di studioso del processi economici e sociali additando alle nuove generazioni una fulgida ed esemplare personalità di militante al servizio del bene comune che ci lascia una preziosa eredità da perpetuare quotidianamente››.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati