Confesercenti Angri: “Piazza Doria non è Piazza di Spagna ma…”

Si è conclusa in modo trionfale, la prima edizione del Fashion Week End, che si è tenuto proprio nella centralissima piazza angrese Sabato 17 e Domenica 18 Giugno. Il fine settimana, dedicato alla moda ed allo spettacolo, ha richiamato un folto pubblico, che ha manifestato il proprio interesse ed entusiasmo, spesso con un tifo da stadio nei riguardi dei modelli e delle modelle, tutti rigorosamente non professionisti e scelti in un affollato casting tra i giovani angresi, che di volta in volta hanno calpestato le tavole dello stage.

“Una scelta più che azzeccata,” dichiara l’assessore al commercio Maria D’Aniello, presente in rappresentanza del governo cittadino, “l’intuizione di mettere al centro dello spettacolo, la piazza con il monumento ai caduti, è stata ripagata dal gradimento del pubblico”. Cinque consolidate attività commerciali, realtà del tessuto economico cittadino, si sono alternate nel presentare i propri capi d’abbigliamento, accompagnate e sostenute da altrettanti storici esercizi commerciali, che hanno offerto la loro collaborazione alla buona riuscita dell’evento, fornendo accessori e servizi.

“È uno dei modi per garantire sostegno e visibilità al commercio angrese” sostiene Aldo Severino, anfitrione della serata, che ha messo la veste a lui cara di presentatore, (coadiuvato per l’occasione da una bella e brava Pinarita De Stefano), calcando la scena con sobrio buon gusto ed eleganza, “non è la prima volta che con i nostri sodalizi (Confesercenti Angri e Associazione Culturale Angri nel 2000 n.d.r.) ci presentiamo al pubblico con uno spettacolo di moda e bellezza. È già accaduto in tanti luoghi e piazze diverse negli anni scorsi, sempre con successo e larga partecipazione di pubblico” chiude il presidente.

Presente nella veste di fotografo ufficiale, il vice presidente Paolo Novi. Organizzazione generale curata da Carmine Lanzieri Battaglia, inappuntabile mente/braccio operativo quando si tratta di realizzare questi eventi. Appuntamento alle prossime manifestazioni che non mancheranno di stupire e deliziare il pubblico angrese, sempre con un occhio di riguardo al sostegno del tessuto economico e finanziario del paese.