Confronto tra la cittadinanza e la commissione ministeriale che guida il Comune di Scafati. La richiesta di Matrone

“Abbiamo rispettato il lavoro della Commissione ministeriale e continueremo a farlo. Ma adesso, a distanza da un paio di mesi dal loro insediamento, credo che sia giusto un confronto con la città. Scafati ha bisogno di dialogare”. Così Angelo Matrone, ex consigliere comunale in quota Fratelli d’Italia, chiede alla triade che guida il Comune di dare vita a un appuntamento pubblico con la cittadinanza. “Sappiamo che lavorano per il ripristino della legalità, ma devono farci capire il quadro della situazione”, ha detto. “Vogliamo comprendere, oltre il fallimento della “Scafati Sviluppo”, quante macerie nasconde Palazzo Mayer e la gestione degli ultimi anni. Basta stare nelle stanze del potere. Serve anche spiegare quello che sta succedendo, visto che all’esterno molte volte viene descritta una situazione che non è quella reale”. Matrone, dunque, chiede alla commissione di agire nella massima trasparenza, come già sta accadendo, senza trascurare l’aspetto legato alla comunicazione con gli scafatesi. “Meritano di capire cosa è cambiato davvero e cosa muterà nei prossimi mesi. Sappiamo che la loro presenza è frutto di un percorso difficile. Sappiamo che Scafati naviga in acque non buone ma loro stanno cercando di fare il massimo. Ma la democrazia si nutre del dialogo. Senza di esso, Scafati avrà sempre una distanza tra la popolazione e chi governa la cosa pubblica”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati