Controlli della polizia. Nel mirino parcheggiatori abusivi e due giovani accusati di spaccio

Nella giornata di ieri, il personale della Polizia di Stato appartenente all’Ufficio Prevenzione Generale della
Questura ha denunciato a tre parcheggiatori abusivi per inosservanza al DASPO URBANO. Gli agenti hanno accertato l’inosservanza al provvedimento di divieto di accesso ai luoghi, emesso dal Questore della provincia di Salerno, a carico di alcuni parcheggiatori abusivi nel centro cittadino. In particolare, gli agenti hanno sottoposto a controllo tre uomini in tre distinte aree della città, recentemente destinatari del provvedimento di DASPO URBANO e risultati inottemperanti allo stesso, e pertanto, li hanno deferiti all’Autorità Giudiziaria.

I parcheggiatori denunciati sono F. L., salernitano di anni 53, inosservante al divieto accesso all’area antistante il Palazzo dell’Ente Provincia in Via Roma, L. S., salernitano 54enne, che ha violato il provvedimento di divieto di accedere in via Lungomare Trieste e C.C., salernitano di anni 33, il quale ha violato il provvedimento di divieto di accesso alla via San Leonardo.

In seguito alla recente normativa, in tema di sicurezza urbana, è previsto che nei confronti dei parcheggiatori
abusivi sia emesso il provvedimento di divieto di accesso ai luoghi della città dove sono stati colti nell’atto
di esercizio dell’attività abusiva. Il provvedimento viene emesso dal Questore della Provincia a seguito di
reiterate violazioni al verbale di “intimazione all’allontanamento” contestabile su strada dalle pattuglie delle
varie forze dell’ordine.

Nel corso degli stessi servizi di polizia, gli agenti hanno denunciato un minorenne, 17enne, per detenzione al
fine di spaccio di sostanza stupefacente e per resistenza a Pubblico Ufficiale per non essersi fermato all’alt
degli agenti. Il giovane, alla guida di un ciclomotore e con a bordo un passeggero, non si è fermato all’alt intimato dagli agenti della sezione Volanti della Questura di Salerno, eludendo il controllo e dando il via ad una fuga in direzione Pontecagnano.

Durante l’inseguimento, il conducente ha lanciato un casco contro l’autovettura della Polizia ed ha tentato di
disfarsi di un involucro contenente sostanza stupefacente, subito recuperato dai poliziotti, che in seguito agli
accertamenti del locale gabinetto di polizia scientifica è risultata essere hashish per il peso complessivo di
circa 20 grammi. Riusciti a dileguarsi, i giovani, a seguito degli accertamenti effettuati dai poliziotti, sono stati ben presto rintracciati; il conducente, in particolare, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per detenzione a fini di spaccio di droga e resistenza a Pubblico Ufficiale. A carico dei giovani e dei rispettivi genitori, inoltre, sono stati elevati i relativi verbali al C.d.S. per gravi inadempienze, tra cui la mancanza di copertura assicurativa e l’omessa revisione del veicolo, guida senza patente perché mai conseguita, inosservanza all’alt intimato dagli agenti, con l’irrogazione in totale di circa seimila euro in sanzioni amministrative pecuniarie. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro.