Coppa Italia. La Nocerina batte la Sarnese e passa il turno

La Nocerina batte per 1 a 0 la Sarnese al San Francesco e passa il turno di coppa Italia.

Al 14′ la prima occasione della gara con la Nocerina vicina al gol, Nohman lanciato in area da Barone, dal vertice dell’area piccola, tenta il tiro in diagonale ma Sorrentino senza difficoltà si distende e para. Al 21′ ancora la Nocerina pericolosa sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Barone è Nohman, con un colpo di testa, ad andare vicino al gol, ma Liccardi salva deviando in angolo. Al 33′ tenta la conclusione dal limite Cacace la palla finisce di poco a lato, ma Sorrentino c è. E così finisce il primo tempo sullo 0 a 0.

La ripresa parte subito in salita per i granata all’8′ Guidelli atterra in area Nohman per l’arbitro è rigore: sul dischetto si presenta lo stesso Nohman ma Sorrentino para e salva la Sarnese. Il rigore viene subito percepito come molto dubbio. Al 19′ Nocerina si rende nuovamente pericolosa con una conclusione dal vertice destro dell’area di rigore di Alvino, palla di poco a lato. Al 29′, rimpallo in area ne approfitta Siclari con un gran tiro di sinistro e porta in vantaggio i padroni di casa, Sorrentino non può nulla. Al 41’ clamorosa occasione della Sarnese con Sannia, lancio dalla sinistra di Elefante, Sannia a tu per tu con Sommariva si fa ipnotizzare e spara addosso al portiere. La gara termina con Polisportiva Sarnese in dieci, espulso al 45’ Guidelli per doppia ammonizione.

Così il Mister Gianluca Esposito commenta la gara: “Esce a testa alta ma esce: sono rammaricato per com’è andata la partita. Avevamo preparato la gara difendendoci bassi per poi colpire al momento opportuno gli avversari: siamo però partiti contratti, questo mi è dispiaciuto molto. Dopo i primi 15 minuti, man mano siamo usciti fuori. La Nocerina ha avuto un predominio territoriale ma sinceramente, non credo abbia avuto numerose grandi occasioni. Dobbiamo lavorare ancora molto, la nostra squadra è stata cambiata completamente e perciò ci vuole tempo per amalgamarla: dobbiamo migliorare. Devo anche dire però, che la Sarnese vista oggi mi è piaciuta: stiamo bene e disputiamo un buon calcio, non pensavo nemmeno io di trovarci così pronti all’appuntamento con i rossoneri”. Per gli obiettivi della Polisportiva Sarnese in Campionato, Mister Esposito aggiunge: “ Il nostro obiettivo è quello di esprimere un buon calcio: non abbiamo ambizioni in classifica perchè non abbiamo l’assillo di vincere. La nostra filosofia è quello di colpire gli avversari al momento giusto, limitando il loro gioco e puntando su una squadra giovane e ben organizzata, proviamo a giocare sempre. Soprattutto, il nostro scopo sarà quello di preparare partita dopo partita in base agli avversari che troveremo in campo”.

Nella prima gara ufficiale, già sugli scudi, Sorrentino para un rigore e dimostra ancora una volta le sue grandi qualità. “Cerco sempre di studiare gli avversari che tirano i rigori” commenta il portiere Luigi Sorrentino “Avevo studiato gli attaccanti della Nocerina, studio anche la coordinazione delle braccia quando sono sul dischetto: così mi rendo conto di quale sarà la direzione del rigore. Mi dispiace per l’esclusione dalla competizione, ma di fronte avevamo una squadra ben organizzata. Secondo il mio parere, è tra le migliori della categoria”. Sugli obiettivi della Polisportiva Sarnese, Sorrentino aggiunge: “Abbiamo la fortuna di avere un allenatore che riesce a studiare gara dopo gara ed a preparare ogni partita minuziosamente. Anche oggi abbiamo provato a giocare e ribattere palla dopo palla, così come il Mister ci aveva indicato negli allenamenti. La Sarnese ha disputato, secondo me, davvero una bella gara”. In merito all’interesse della Paganese Calcio nei suoi confronti, Sorrentino conclude: “Confermo ma ho ritenuto opportuno restare a Sarno perchè credo in questo progetto ed in questa società”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati