Cordoglio per la morte di Adriana Tocco, garante dei detenuti della Regione Campania

Un malore improvviso ha stroncato la vita di Adriana Tocco, il garante dei detenuti della Regione Campania, venuta a mancare a Stromboli mentre era in vacanza. “Esprimo profondo cordoglio a nome di tutto il consiglio regionale della Campania e siamo vicini ai familiari ai quali vanno le nostre più sentite condoglianze – ha dichiarato la presidente del Consiglio, Rosa D’Amelio – La ricordiamo come una donna da sempre impegnata sul fronte dei diritti, prima a tutela del mondo della scuola come sindacalista della Cgil e poi come massimo riferimento della battaglia civile per l’affermazione e il rispetto dei diritti dei detenuti campani”. “Anche nel mio recente ruolo istituzionale di presidente del consiglio regionale – ha ricordato – i nostri cammini si sono incrociati più volte, realizzando iniziative significative nelle carceri della Campania, da ultima a Poggioreale per la consegna dei frigoriferi nelle celle dei detenuti” “Il consiglio regionale ricorda commosso il suo impegno e la sua dedizione nell’esercizio del suo ruolo. Per Adriana era una missione. E così – ha concluso D’Amelio – lo ha svolto fino alla fine”.

“Dolore profondo” per la morte di Adriana Tocco, garante per i detenuti della Regione Campania, è stato espresso anche dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. “Donna di grande sensibilità, sempre in lotta per i diritti, soprattutto per le persone i cui diritti sono deboli. Ad Adriana ero legato per forte stima istituzionale e per un profondo affetto. Scompare – ha dichiarato il primo cittadino partenopeo – una donna con una grande sete di umanità. Unica consolazione è quella che ritroverà in cielo la sua dolcissima amata figlia Daniela. Ciao Adriana, voglio ricordarti con un sorriso dolce”, ha concluso de Magistris.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati