Costiera Amalfitana. Sigilli alle piscine di due hotel

Gli uomini della Capitaneria di Porto di Salerno, coordinati dal Comandante C.V.(CP) Gaetano ANGORA, hanno posto sotto sequestro due piscine e lavatrici e relativi scarichi di due degli hotel della costiera amalfitana.

In accoglimento della richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica Salerno, il Giudice per le Indagini Preliminari ha emesso infatti decreto di sequestro preventivo.

Le indagini eseguite dai militari hanno consentito infatti di verificare che per le piscine le acque di controlavaggio dei filtri venivano immesse in fogna senza che prima venissero sottoposte ad alcun tipo di trattamento depurativo. Tali acque sono da considerarsi a tutti gli effetti refluo industriale e per tanto la normativa prevede il rilascio di apposita autorizzazione allo scarico.

Per i locali della lavanderia è risultato che i titolari dell’albergo effettuavano, in assenza di autorizzazione, lo scarico delle acque reflue di scarico delle lavatrici nella pubblica fognatura; lr acque sono da qualificarsi quali reflui industriali.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati