Cracovia, meningite: la Diocesi rassicura

Dopo il clamore suscitato dalla morte, per meningite fulminante, di una giovane pellegrina romana, il Servizio di Pastorale Giovanile della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno intende rassicurare sullo stato di salute dei cinquantadue pellegrini dell’Agro partiti per Cracovia.

Don Giuseppe Pironti, responsabile del Servizio di Pastorale Giovanile, ha dichiarato: «Siamo di ritorno dalla Polonia, in serata saremo in Diocesi. Ieri sera ho comunicato ai nostri ragazzi cosa era accaduto. Ho spiegato loro che dovevano sottoporsi a profilassi, secondo le prescrizioni dell’autorità sanitaria di Vienna, solo i ragazzi che erano stati negli stessi luoghi della diciannovenne romana morta per meningite fulminante e a Casa Italia. Noi non siamo stati in queste strutture. I nostri ragazzi stanno bene e sono molto tranquilli. Mentre prosegue il nostro pellegrinaggio, esprimiamo il cordoglio per la morte di Susanna Rufi e preghiamo per lei, la sua famiglia e la sua comunità parrocchiale».

Per qualunque chiarimento, i genitori dei giovani in viaggio con la Diocesi possono mettersi in contatto direttamente con don Giuseppe Pironti o con i propri figli, essendo da questa mattina in territorio italiano.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati