Degrado a Pagani. Le risposte di Palladino non convincono FdI

Degrado del parco urbano e rifiuti, le risposte dell’assessore all’ambiente Gerardo Palladino non convincono Fratelli d’Italia.

Nuovo affondo di Raffaelina Stoia, capogruppo di FdI.

Di seguito la nota integrale.

“Se solo l’Assessore all’Ambiente si fosse bene informato, prima di esternare farneticazioni a iosa, avrebbe trovato, negli uffici comunali, qualcuno pronto a fargli sapere che il servizio di gestione dei rifiuti, sul territorio del Comune di Pagani, è stato coscientemente affidato, anche per il 2017,al Consorzio di Bacino SA1 alle stesse condizioni e costi del 2015 e del 2016 e che il personale impegnato nello svolgimento quotidiano di esso dipende dalla struttura consortile e non dal Comune affidante.
Allo stesso modo avrebbe trovato qualcuno pronto a fargli capire, da un lato, che compito del Comune è esclusivamente quello di “obbligare il Consorzio di Bacino SA1 a garantire quotidianamente il numero di risorse umane previste e pagate” e, dall’altro lato, che l’Ente affidante “non deve preoccuparsi di garantire il sacrosanto diritto alle ferie e/o malattie del personale del Consorzio di Bacino SA1 (che è problema del datore di lavoro) ma solo pretendere che il personale assente, per qualunque ragione, sia sostituito in modo che il numero di risorse umane sia quotidianamente costante come continuo e disponibile deve essere il numero di mezzi e di risorse strumentali messi a disposizione per garantire il servizio come affidato”.
Tanto perché questi descritti sono elementari ed ordinari principi che un’amministrazione comunale normale applica senza sforzo alcuno ma che a Pagani sono inapplicati perché straordinaria e senza eguali è l’incapacità amministrativa che caratterizza il Sindaco e la sua Giunta.
Quando si è costretti ad ascoltare che “l’amministrazione si è preoccupata di garantire le ferie al personale del Consorzio“, che “dopo due anni si sta ancora predisponendo un progetto di riqualificazione del Parco Urbano”, che “è pronto un progetto di riqualificazione delle aree a verde di Vasca Pignataro”, che “piano piano si procederà ad attuare interventi di ordinaria gestione e manutenzione”, allora non ci sono parole che possano servire a descrivere lo “sdegno che avvolge la città di fronte a cotanta incapacità ed ignavia operativa”.
Il Gruppo consiliare FDI ritiene che l’unica strada possibile per “ravvivare la speranza di ripresa della città e delle condizioni di vita della comunità residente ed operante” è solo quella rappresentata dalle dimissioni del Sindaco con conseguente restituzione della “parola agli elettori” affinchè possano scegliere, in condizioni ambientali non più drogate, un Sindaco ed una maggioranza capace e cosciente di governare una grande città che non merita di essere quotidianamente mortificata da ‘incapacità evidenti e da ignavie senza confini e limiti’”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati