Deiezioni canine. A Cava scatta l’operazione decoro urbano. Multe salate

Nuovo regolamento per gli ispettori ambientali, tolleranza zero per le deiezioni canine, affissioni abusive e decoro urbano. L’Amministrazione Servalli, su iniziativa del Consigliere comunale delegato alla Polizia locale, Giovanni Del Vecchio e d’intesa con l’Assessore all’Ambiente, Nunzio Senatore, ha predisposto un nuovo piano d’intervento per il decoro urbano, incentivando il contrasto alle affissioni abusive e soprattutto il controllo sulla dotazione da parte dei proprietari dei cani del kit per la pulizia che deve comprendere oltre alla paletta e sacchetti per raccogliere la defecazione, anche spray o bottigliette con acqua o liquido igienizzante per pulire la minzione degli amici a quattro zampe.

Salate le sanzioni che possono arrivare fino a 300,00 euro. A far rispettare il regolamento, soprattutto nel salotto buono della città, al Borgo Grande, in campo non solo gli agenti della polizia locale, a cui è stato affidato il compito specifico di attenzionare i comportamenti scorretti, ma anche gli ispettori ambientali, ai quali è stata attribuita la funzione di pubblici ufficiali e, quindi, con i pieni poteri previsti di controllo e sanzionatori.

“Anche la Cassazione – afferma il delegato alla Polizia locale, Giovanni del Vecchio – ha sancito la necessità che i proprietari devono pulire le pipì dei propri cani oltre alle defecazioni. Il nostro bellissimo centro storico e gli storici pilieri sono costantemente oggetto delle pipì dei cani, che è altrettanto igienicamente dannosa, oltre che indecorosa, delle defecazioni. Un problema che siamo decisi a risolvere con assoluta risolutezza, per cui invito tutti i proprietari di cani di attrezzarsi ed operare con il dovuto senso civico”.