Dopo il trasferimento degli allievi della Manzoni, tocca ai piccoli della Carducci. FdI: “Incapacità di governo”

Plessi chiusi, allievi trasferiti e disagi per le famiglie. Fratelli d’Italia punta i riflettori sulla scuola elementare Manzoni e sul plesso Cweducci, contesta le scelte dell’amministrazione Bottone e lancia proposte.

“Il Gruppo Consiliare FDI, solo contro tutti, sostenendo che fosse sbagliato sopperire alla chiusura del plesso scolastico Manzoni con il frazionamentodelle classi in diversi punti ed in “locali inadeguati ed adattati”, aveva proposto di trasferire tutte quelle classi nell’edificio di Via Carmine, opportunamente adeguato, oppure nei locali comunali di Via Della Repubblica (parte dei quali oggi regalati gratuitamente ad “Agro Solidale”) – ricorda il capogruppo Raffaelina Stoia -. Il nostro non era spirito di pura contrapposizione ma eravamoe siamo convinti e coscienti, da un lato, che gli alunni meritavano, e meritano, “spazi adeguati” non solo per le attività didattiche ma anche per quelle ludiche, aggregative, socializzanti e, dal’altro, che, con un Sindaco palesemente inadeguato e con un’amministrazione completamente inesistente sul piano operativo, la soluzione definitiva al problema “Manzoni” sarebbe stata rinviata a tempi biblici. Sono trascorsi sette mesi dalla chiusura del plesso “Manzoni”, durante i quali gli alunni e le famiglie hanno vissuto disagi inenarrabili, e nulla è stato fatto nemmeno per redigere uno studio di fattibilità che indicasse lavori a farsi e somme necessarie per la completa riqualificazione e ripresa della funzionalità del plesso chiuso”.

Poi, l’affondo nei confronti dell’amministrazione: “Addirittura un emendamento del Gruppo Consiliare FDI al piano programmatico delle opere pubbliche, che prevedeva la destinazione immediata di 380.000 euro a favore degli interventi di riqualificazione del plesso Manzoni (anziché a lavori per Palazzo San Carlo), è stato respinto dalla maggioranza di governo e dalle sue inqualificabili stampelle – aggiunge Stoia -. Conseguenza di tali “inqualificabili incapacità di governo” è che anche con il nuovo anno scolastico tutto rimarrà come oggi. Anzi sarà aggravato dall’ulteriore scelta scellerata di trasferire delle aule della Scuola Carducci di Via Mazzini nell’istituto di Via Trento. Dunque non c’è mai fine al peggio, considerato che questo Sindaco inadeguato, che prima si dimette meglio è per tutti, non solo è incapace di governare i problemi seri della città ma è addirittura indifferente ai disagi ed alle vere e proprie sofferenze che la sua incapacità amministrativa sta infliggendo alla città”.

Infine, la proposta. “Il Gruppo Consiliare FDI chiede al Sindaco di abbandonare la scellerata idea, peraltro mai comunicata al Consiglio Comunale, di eliminare anche la Scuola Carducci dalla sua sede storica di Via Mazzini (procedendo invece al possibile ampliamento di esso) e di far sapere come e quando l’edificio Manzoni sarà restituito alla sua funzionalità operativa”, conclude la nota.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati