Esodo, traffico intenso

Sta per concludersi il secondo week end di esodo estivo contrassegnato dai bollini nero (nella mattinata di sabato 11 agosto) e rosso (dal pomeriggio di sabato fino alla mattinata di oggi) per le grandi partenze che precedono la settimana di Ferragosto.

Il traffico e’ stato molto intenso, in particolar modo nella giornata di ieri, sabato 11 agosto, sulle principali direttrici Anas che portano verso le localita’ di mare, in particolare le dorsali jonica, tirrenica e adriatica, dove comunque non si sono registrati particolari disagi. Si sta regolarizzando proprio in queste ore anche la situazione degli imbarchi per la Sicilia che nella giornata di ieri ha fatto registrare tempi di attesa fino a tre ore con l’attivazione dei dispositivi di gestione del traffico definiti dal protocollo operativo messo a punto con Prefettura e Polizia Stradale. Questa mattina tempi di attesa di circa due ore, ridotti ad un’ora a partire dalla tarda mattinata e in ulteriore diminuzione.

Gli spostamenti di lunga e media percorrenza – numerosi anche quelli a carattere locale lungo gli itinerari di mare e di montagna – si sono registrati da nord a sud, in particolare in Lombardia e Liguria sulle strade statali 36 “del lago di Como e dello Spluga” e 20 “del Colle di Tenda”, in Veneto sulla SS 309 “Romea” e 51 “Alemagna”, tra Lazio e Campania sulla SS 7 Via Appia, in Puglia, Emilia Romagna, Marche e Abruzzo attraversate dalla SS 16 “Adriatica”, in Basilicata e Calabria, sulla SS 106 Jonica e SS 18 “Tirrena Inferiore” e infine in Sicilia sulle statali 113,114 e 115 che si snodano lungo la costa settentrionale, orientale e occidentale dell’isola.

Anas ricorda che il divieto di transito dei mezzi pesanti e’ ancora in vigore fino alle 22.00 di questa sera. In occasione dell’esodo estivo 2018 Anas monitora le arterie presenti sull’intero territorio nazionale con l’utilizzo di 2.500 addetti, 1.100 automezzi, 2.534 telecamere e 580 pannelli a messaggio variabile. Il monitoraggio H24 della rete e l’assistenza per il pronto intervento saranno gestiti con 230 operatori impegnati nella Sala Situazioni (che lavora h24) e nelle 21 Sale Operative Compartimentali.(ANSA).