Fiamme alla pendici del Vesuvio. Il Senatore Auricchio chiede lo stato di calamità naturale

Fiamme alle pendici del Vesuvio. Il senatore del gruppo parlamentare ALA (Alleanza LiberalPopolare Autonomie) Domenico Auricchio chiede lo stato di calamità naturale. “Esprimo la mia viva preoccupazione per il vasto incendio che in queste ore sta colpendo il Parco Nazionale del Vesuvio tra i Comuni di Terzigno e Somma Vesuviana” dice, in una nota, il senatore Auricchio. “Ci troviamo al cospetto di un rogo di così vaste dimensioni – aggiunge Auricchio – che e’ arrivato a lambire finanche la Statale 268 che collega i comuni vesuviani, con grave rischio per la circolazione stradale“.

“Sono molto preoccupato – aggiunge Auricchio – perché le fiamme stanno distruggendo centinaia di ettari di preziosa vegetazione, in un angolo di territorio da sempre meta di migliaia di turisti. Lancio un appello alle autorità competenti, che già sono sul territorio con mezzi della Protezione Civile, affinché sia fatta piena chiarezza sulle possibile cause dolose di questa autentica sciagura“. “Ho intenzione, per il grave danno provocato, di farmi promotore, presso le sedi competenti, per il riconoscimento dello stato di calamità naturale” conclude il senatore di ALA.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati