Furti. Fingono di monitorare polveri sottili e rubano in una casa

Polveri sottili troppo elevate e da monitorare. Questo il pretesto che si sono inventati due ladri entrati in casa di una donna. La signora li ha fatti entrare e mentre uno di loro ha simulato di misurare le polveri sottili, mentre il complice avrebbe rovistato in camera da letto rubando soldi e oggetti di valore.

La vittima si è accorta di quanto era accaduto solo quando i due hanno lasciato indisturbati l’appartamento. Il furto è avvenuto nel pomeriggio a Caserta. Lo riporta l’online Casertace