Gambino bacchetta Canfora: “Presidente inadeguato, si dimetta”

“L’inesistente gestione che ha caratterizzato in questi due anni la Provincia di Salerno aveva già fatto apparire, in tutta la sua drammaticità, l’inadeguatezza di un Presidente e di una maggioranza PD buoni solo, da un lato, ad occupare qualunque posto di potere per sé ed i propri sostenitori e, dall’altro, a propalare solo soluzioni mediatiche ai problemi”. Muore dure critiche al presidente della Provincia, Giuseppe Canfora,il consigliere regionale di FdI, Alberico Gambino.

“Quello che è stato capace di fare ieri, però, il Presidente della Provincia – dagli schermi di Rai Tre – ha superato ogni immaginazione ed ha definitivamente dimostrato che prima si chiude questa drammatica esperienza di governo e meglio è per tutti – aggiunge -. Ribaltare sul comune di Aquara le responsabilità di una “vergognosa chiusura di una strada provinciale da oltre un anno” è non solo “vigliacco” ma anche “distorsivo di una realtà fattuale”. Che, poi, a scaricare le responsabilità lo faccia chi, da due anni, non è stato capace nemmeno di “ eseguire lavori finanziati per 40,7 MLN di euro” relativi a tante strade provinciali, così come altri lavori per 90 MLN riferiti ad impianti di depurazione costringendo parte dei Sindaci interessati ad essere oggetto di attenzione da parte della magistratura penale, allora non si può che rimanere basiti e sperare che siffatto Presidente abbia uno scatto d’orgoglio e si dimetta considerata la Sua incapacità a governare un Ente complesso e difficile come la Provincia di Salerno”.

Poi arriva l’affondo: “D’altra parte, il Presidente Canfora è parte integrante del PD e, quindi, da lui e dalla Sua maggioranza consiliare non ci si può aspettare altro che “un governo solo mediatico dei problemi” che, messo alle strette da realtà fattuali, scantona e scarica su altri o sul passato come accade, quotidianamente, anche con il Governatore De Luca. La verità è, invece, un’altra ed è rappresentata dal fatto che “i problemi” si affrontano e si risolvono con i fatti e non con le “ enunciazioni mediatiche” e la realtà fattuale odierna racconta e descrive un peggioramento delle condizioni di vita e di governo dei territori”.

Gambino attacca sui più fronti: “Ci hanno raccontato per un anno intero che, entro l’estate 2016, avrebbero potenziato e migliorato il trasporto pubblico, smaltito le ecoballe, riqualificato la sanità e potenziato l’organico, ridotto le liste di attesa, riattivati i Pronto Soccorso di Agropoli e Scafati, riaperto il tratto Agropoli Sud – Prignano Cilento della Cilentana, fatto funzionare l’Aeroporto Costa D’Amalfi, finanziato eventi turistici di spessore, etc – va avanti -. L’estate ormai alla fine ci dimostra, invece, trasporti nel caos più totale, una sanità peggiorata, ecoballe mai smaltite se non per mille tonnellate e tre lotti nemmeno mai affidati, un’acqua pubblica regalata alla GORI SPA, una cilentana ancora chiusa al traffico, finanziamenti per eventi turistici solo ad amici di partito e di corrente, la costruzione di un secondo inceneritore, reparti ospedalieri accorpati ed ospedali ormai quasi chiusi.

Da Settembre, non ho dubbi – conclude – inizierà la solita farsa ed il solito show mediatico ed un’altra estate arriverà e ad essa tutto sarà rinviato tanto al Governatore De Luca ed al Presidente Canfora interessa ‘apparire’ non ‘ essere’”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati