“Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza del Lavoro”, il ricordo delle vittie del rogo di Montesano sulla Marcellana

Il prossimo 28 Aprile la ILO ha proclamato la “Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza del Lavoro”.

In tale occasione, assieme al Comitato Provinciale dell’A.N.P.I. di Salerno, la Cgil ricorderà le “vittime del rogo di Montesano Sulla Marcellana”, dove, oltre 10 anni fa, tra sofferenze indicibili, morirono nel rogo di un Materassificio, due operaie – Annamaria Mercadante e Giovanna Curcio.

“Lo faremo – si legge nella nota a firma del Segretario Generale CGIL Salerno Arturo Sessa e del Presidente del Comitato Provinciale Luigi Giannattasio – con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale, deponendo una corona di fiori sui luoghi del martirio, in memoria di queste due lavoratrici, alle quali, a nostro avviso, non è stata resa totale “giustizia Lo faremo per non dimenticare, per riaffermare principi di civiltà e cultura del “lavoro sicuro” a difesa dei lavoratori tutti, affinchè episodi del genere non abbiano mai più a verificarsi e, quindi, per rilanciare e promuovere il tema del benessere e della tutela sui luoghi di lavoro, nonché del pieno ed incondizionato rispetto delle norme sulla sicurezza”.

Giovedì 27 aprile alle ore 10,30, in CGIL, presso il Salone Feliciano Granati, è indetta una Conferenza Stampa, dove saranno illustrati i particolari dell’evento commemorativo e delle iniziative future che la Camera del Lavoro di Salerno, insieme alle Categorie e le altre Confederazioni Sindacali, intenderà porre in essere su queste tematiche, che purtroppo continuano ad essere attuali, “per far emergere le responsabilità con pene giuste e severe, facendo da monito a chi la Sicurezza troppo spesso la fa passare in secondo piano, per la crisi, i tagli degli investimenti, le regole dei subappalti e l’assenza di controlli adeguati”, conclude il comunicato.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati