III Festival dei Suoni Agropastorali

E’ a Marra, terra di mezzo a ridosso dei comuni di Boscoreale, Poggiomarino, San Marzano sul Sarno e Scafati, che si svolgerà nei primi sei giorni di febbraio la terza edizione del Festival dei Suoni Agropastorali.

Organizzata dall’associazione culturale “Terra Fuoco e Suoni – ‘A Paranza r’o’ Lione”, la manifestazione ha come nobile scopo quello di preservare il fuoco della tradizione musicale popolare del sud, dando spazio in questa impedibile sei giorni, al canto sul tamburo e ai suoi caratteristici suoni e balli che continuano a vivere ancora oggi.

Dal primo al 6 di febbraio, la ricchissima kermesse sarà aperta dall’interessante conferenza “Il corpo ferito della tradizione” seguita da esibizioni spontanee che dureranno per tutta la notte in una sacra veglia musicale alla vigilia della Candelora. Il secondo giorno sarà caratterizzato da un pellegrinaggio al Santuario di Montevergine per assistere alla peculiare “festa dei femminielli”. Il 3, il 4 e il 5 febbraio invece vedranno tornare il festival itinerante a Marra per tre splendide serate all’insegna della buona musica popolare da tutta la Campania e non soloaccompagnata dai piatti tipici della tradizione contadina dell’agro. Il 6 febbraio l’evento si concluderà con lo spettacolo teatrale “Son tutte belle” dedicato alle 7 madonne.

Gli organizzatori Antonio ‘o Lione Matrone, Francesco Merolla, Mariella Marra e Anna Semplice garantiscono hanno organizzato un festival unico che “offrirà a tutti una veduta musicale ampia, fatta di suoni, immagini, racconti ed emozioni, da cui forte emerge l’impronta persistente della nostra identità territoriale vesuviana, dell’agro nocerino sarnese e di tutto il Sud Italia”.

La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati