Il Consiglio comunale sciolto per infiltrazioni malavitose

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Marco Minniti, ha deliberato lo scioglimento per infiltrazioni da parte della criminalità organizzata del Consiglio comunale di Scafati.

Lo si legge nel comunicato finale del Consiglio dei ministri che si è tenuto questa mattina a Palazzo Chigi.
La decisione del Consiglio di Ministro si chiude l’iter avviato con l’arrivo al Comune della commissione d’accesso, dopo l’apertura dell’inchiesta che vede coinvolto l’ex sindaco Pasquale Aliberti, accusato di voto di scambio politico mafioso.

Il Comune, dopo le dimissioni del sindaco Pasquale Aliberti, era già stato commissariato. A palazzo di città è al lavoro da qualche settimana il Prefetto Vittorio Saladino. Con lo scioglimento per infiltrazioni malavitose si apre una lunga fase di commissariamento, che perdurerà almeno per diciotto mesi. Nei prossimi giorni al Comune si insedierà la triade commissariale.

Il Comune di Scafati era stato già sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata nnel 1993.