Il Gruppo Pendolari Linea Storica Napoli-Salerno scende in piazza

Domenica 17 luglio 2016 alle ore 11,00 il comitato “Gruppo pendolari Linea Storica Napoli Salerno” sarà in piazza Vittorio Veneto (dinanzi alla stazione centrale di Salerno) per protestare contro “le continue ingiustificate arbitrarie vessazioni alle quali sono sottoposti gli utenti tutti (pendolari, turisti, soggetti diversamente abili, etc.) della linea ferroviaria storica Napoli-Salerno”.

“ Il comitato illustrerà l’attuale situazione della linea storica e le prossime iniziative civiche, amministrative e legali i –annuncia il presidente del comitato Antonioluigi Villani -. Sin da ora il comitato stigmatizza con forza il comportamento di Trenitalia Spa, di Rete Ferroviaria Italiana Spa ed ancor di più esprime la propria disapprovazione per l’operato del Governatore De Luca e della sua giunta, i quali in base alla normativa vigente (costituzione e legge ordinaria regionale) hanno potestà d’iniziativa e di controllo nei confronti delle due società. La Regione ha l’obbligo : a) di riportare sulla linea storica l’orario del 5/2/2014 (data del notorio incidente di portici) e di rinnovare realmente il parco treni obsoleto circolante che e’ una causa fondamentale dei continui disservizi. ritardi e soppressione delle corse”.

In sintesi il comitato chiede “sulla linea storica, cos come era con l’orario vigente al 5/2/2014, vengano riportati i diretti, i collegamenti diretti a sud di Salerno ed a nord di Napoli e modalità’ orarie che facilitino chi compie tragitti maggiori (come i pendolari che si recano nella zona flegrea ed ancor di più i pendolari che si recano a Roma) e che soddisfino infine anche le esigenze dei comuni satelliti della linea storica”.

il comitato infine critica con forza l’operato di RFI e della Regione Campania relativamente all’ attuale chiusura della linea nonché l’azione fino ad oggi “molto debole di diversi amministratori locali”.