Il Real Academia vince il trofeo “Vincenzo Pellegrino”

Prosegue la tournée italiana del Real Academia San Antonio de Los Altos Venezuela. La formazione venezuelana (categoria Pulcini 2006), dopo aver preso parte al torneo internazionale di calcio giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”, sarà tra le protagoniste della quattordicesima edizione di “Un calcio senza frontiere”. La manifestazione sportiva, organizzata dalla Polisportiva Niké di Pellezzano e riservata alle categorie Pulcini 2006, 2007 e 2008, Piccoli Amici 2009 e Primi calci 2010, ha preso il via ieri pomeriggio allo stadio Andrea Bolognese di Pellezzano.
Il Real Academia San Antonio de Los Altos Venezuela è stato inserito nel girone A insieme ai padroni di casa della Niké, alla scuola calcio Aquilotti Irno e alla scuola calcio Luigi Vitale Bianca.

L’obiettivo è migliorare il piazzamento conquistato al torneo di Cava de’ Tirreni dove l’avventura dei venezuelani si è fermata ai quarti di finale. Nella valle metelliana, però, i ragazzi del presidente Hector Hernaldo Uribe Rey si sono comunque messi in evidenza, conquistando il “Trofeo Vincenzo Pellegrino”, riservato al “calciatore più comunicativo” e messo in palio dal giornalista Antonio Di Giovanni. Quest’anno gli organizzatori della kermesse hanno scelto di premiare un’intera squadra “per aver comunicato un grandissimo desiderio di libertà, dimostrato nel voler fortemente partecipare al Torneo malgrado la crisi economica, politica ed umanitaria in cui versa attualmente il Venezuela”.

Una scelta accolta con soddisfazione da Tomas Coppola, presidente della Promo-Inter e promotore della partecipazione del Real Academia ai tornei italiani. «Ringrazio la città di Cava de’ Tirreni e gli organizzatori della manifestazione per la splendida accoglienza ricevuta – ha affermato Coppola -. Il premio che ci è stato consegnato rappresenta un messaggio di speranza per il nostro Paese».

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati