Immissioni in ruolo una vera chimera per 3.441 docenti salernitani

Immissioni in ruolo una vera chimera per 3.441 docenti salernitani. I precari sono inseriti nelle interminabili graduatorie a esaurimento salernitane.

I numeri parlano chiaro. Sono 1.387 maestre precarie dell’infanzia, 1.252 nelle elementari, 234 prof delle medie, 568 professori delle superiori. Docenti senza cattedra e senza ruolo precari storici che hanno fatto punteggio con supplenze di breve o lunga durata nelle scuole del territorio. Ora c’è il rischio di restare tra gli esclusi del piano degli assunti della recente riforma della Buona Scuola, la legge 107, che aveva come mission quella di cancellare definitivamente il precariato.

Resta incerta la loro assunzione permanente. Nel salernitano c’è posto per sempre meno insegnanti dovuta anche alla flessione annuale di 2.100 alunni. Nel piano del Miur il contingente delle assunzioni, quest’anno, non supera le 621 cattedre secondo quanto già riportato dal quotidiano “Il Mattino”.

Si calcola che per esaurire le Gae salernitane serve ancora un quinquennio. Altra scure per i 3.441 precari riguarda l’articolo 1 comma 131 della legge 107. La legge impone ai precari della scuola di non accumulare più di 36 mesi di servizio su posti vacanti e disponibili nelle scuole dove hanno sempre lavorato. A termine del 36esimo mese di servizio non potranno più occupare i posti liberi al 31 agosto nelle scuole. Ennesima perplessità lasciata da questa legge.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati