Incendi, il sindaco Cuofano chiede lo stato di calamità

Incendi, il sindaco Cuofano chiede lo stato di calamità.

Un modello-istanza per chiedere il risarcimento danni provocati dai vasti incendi che hanno colpito il territorio pedemontano comunale di Nocera Superiore.

È quanto hanno disposto gli Uffici su disposizione del sindaco Giovanni Maria Cuofano: «Se il Governo dovesse classificarli come eventi calamitosi, a quel punto saremo già pronti a chiedere un sostegno economico per i cittadini che certificheranno di aver subìto danni provocati dalle fiamme».

Il modulo stilato per inoltrare l’istanza è, tuttavia, subordinato ad una condizione fondamentale ed imprescindibile: e cioè che lo Stato italiano riconosca ai roghi che hanno colpito il nostro territorio – e più in generale quelli che hanno devastato l’Italia in lungo e in largo – lo status di eventi calamitosi.

L’inquadramento normativo degli incendi quali calamità naturali è legato altresì ad un processo di verifica, tecnica ed investigativa, che spetta, naturalmente, agli Organi competenti.

«Il modello-istanza delineato dal Comune di Nocera Superiore, dunque, non dà diritto, a prescindere, al risarcimento danni – ribadisce Cuofano – ma rappresenta l’atto che quest’Amministrazione mette a disposizione dei suoi cittadini sin da ora nel caso dovesse verificarsi la sola ed unica condizione espresse in premessa: ovvero che gli incendi siano classificati come eventi calamitosi».

Il modello è scaricabile dal sito web istituzionale.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati