Infermiere aggredito, flash mob al Cardarelli

Flash mob all’ospedale Cardarelli di Napoli dove oltre 500 tra infermieri, medici, dirigenti e paramedici si sono radunati sullo scalone del presidio, per gridare la loro solidarietà ad Alessandro, l’infermiere aggredito nella notte tra venerdì e sabato mentre stava prestando soccorso ad una donna. I partecipanti hanno esposto cartelli con la scritta ‘#io sono Alessandro’ e ‘sono un cardarelliano’. Alla manifestazione ha partecipato lo stesso infermiere con il volto ancora tumefatto dai colpi di casco subiti dall’aggressore che è andato in escandescenze perché voleva che fosse immediatamente sostituito il materasso alla moglie.