Latitante da due anni, rintracciata ed arrestata

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli – a seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica partenopea – hanno arrestato Carmela Riemma, latitante da oltre due anni.

La donna, originaria di Acerra, deve scontare una pena di 21 anni e mezzo di reclusione per essere stata condannata con sentenza passata in giudicato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Ha rivestito un ruolo di primissimo piano all’interno di un ben strutturato sodalizio criminale dedito all’importazione di cocaina dal Sud America, in particolare dall’Ecuador, destinata ad essere venduta nelle piazze di spaccio napoletane, romane, fiorentine e torinesi.

La Riemma, ex calciatrice dell’Avellino, sotto false generalità ha vissuto a Thiene – in provincia di Vicenza – in una villetta insieme ad altre quattro persone (del tutto ignare dei suoi trascorsi criminali) lavorando come badante in una località limitrofa. Qui è stata trovata – dopo un lungo ed attento lavoro invetigativo – dai finanzieri del GICO di Napoli.