“Mediterranean Wine Festival”, a Pioppi premiati i migliori vini biologici campani

Si è concluso ieri sera con il “Premio Vigna Bio 2017”, dedicato ai vini biologici campani, l’evento “Il mare color del vino – Mediterranean Wine Festival”, la due giorni di degustazioni, laboratori e spettacoli intorno al vino e ai cibi della Dieta Mediterranea svoltasi al Museo Vivo del Mare di Pioppi nell’ambito del Festival della Dieta Mediterranea.

Nella “Categoria Bianco”, primo posto per la cantina Luigi Maffini di Castellabate con il vino “Pietra Incatenata”, secondo posto per l’azienda agricola San Salvatore 1988 di Giungano con il “Calpazio”.

Nella “Categoria Rosato”, primo posto per l’azienda agricola Cautiero di Frasso Telesino (BN) con il vino “Vita Nuova”, seguito ancora dall’azienda agricola San Salvatore 1988 con “Vetere”.

Nella “Categoria Rosso”, l’azienda agricola San Salvatore 1988 ha ottenuto il riconoscimento più importante con il “Pian di Stio”. Alle sue spalle si è classificata l’azienda Le vigne di Raito con il “Ragis”.

Nella “Categoria Rosso Riserva”, premiate la masseria Venditti di Castelvenere con il vino Marraioli 2011e l’azienda Fontana Reale di Benevento con il “Morgia Noce”.

Il “Premio Qualità-Prezzo” è andato all’azienda Regina Viarum di Falciano del Massico (Ce) con il “Falerno del Massico 2005”, il “Premio Giuria” all’azienda Villa Lupara di Cava de’ Tirreni con il “Purò” e, infine, il “Premio della Dieta Mediterranea” all’azienda San Salvatore 1988 con il “Gillo Dorfles”.

L’evento è stato organizzato dal Museo Vivente della Dieta Mediterranea e Museo Vivo del Mare di Pioppi, da Legambiente onlus e dal Comune di Pollica, in collaborazione con la Scuola Europea Sommelier e con il Luciano Pignataro Wine&Food Blog, e con il patrocinio della Regione Campania, del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, di Alma Seges e dell’Unione europea.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati