Mercato ortofrutticolo. L’ex presidente Paolillo: “Sembra una soap opera”

“L’acquisizione del mercato ortofrutticolo Pagani- Nocera sembra essere diventata una telenovela stile Beautiful …..praticamente infinita. Solo che in questo caso non cambiano i protagonisti e neppure i fatti”. Così l’ex presidente del Consorzio, Vincenzo Paolillo.

“Oramai sono passati 7 mesi dalla messa in liquidazione che doveva essere una fase breve e transitoria, affinché i due comuni perfezionassero l’iter procedurale per l’acquisizione con opportuna delibera di consiglio comunale, anche congiunta e al contempo costituissero una nuova società di gestione snella e operativa e/o che congiuntamente decidessero di affidare la gestione a terzi con indiscusse credenziali , individuati mediante una gara pubblica di rilevanza europea – scrive su Facebook -. Al momento nulla di tutto ciò è avvenuto o meglio non è neppure iniziato. A Pagani le diverse opposizioni, sollecitano a più riprese l’inserimento all’o.d.g di questo argomento ed una volta che ciò avviene, all’atto della discussione, le varie anime in pena della maggioranza lasciano l’aula consiliare.
Follia, incompetenza, incapacità o semplicemente la mancanza di rispetto verso una città che oggi rimpiange i commissari prefettizi a causa di una amministrazione che ha una sola indiscussa capacità : la sua incapacità ad agire (e i fatti accaduti giovedì in consiglio ne sono la prova evidente)”.
Paolillo evidenzia poi le contraddizioni a suo avviso emerse nelle dichiarazioni rese alla stampa dal sindaco Bottone. “In una intervista a un quotidiano Bottone dichiara che: ‘per gli uffici competenti del comune di Pagani, mancherebbero le coperture finanziarie per l’acquisizione del bene e che loro starebbero trovando una soluzione’ – fa notare Paolillo -. Mentre in un’intervista televisiva dice che ‘c’è solo la necessità di un passaggio formale’.
Quale è la verità? Se si tratta di un atto formale : perché non è stato fatto! Non poteva essere fatto giovedì ,anziché lasciare l’aula consiliare?”.

E ancora: “A cosa serve continuare a mentire, a cosa serve scaricare in maniera vergognosa, la propria incapacità decisionale sul collega di Nocera Inferiore ( avv. Manlio Torquato) che a suo dire avrebbe richiesto di aspettare?.
Falso! – va avanti la nota -. Lo dimostrano le dichiarazioni riportate a mezzo stampa dal quotidiano il Mattino del 19/7/17 dove il sindaco di Torquato richiedeva chiarimenti sulla fase di liquidazione oltre alla celere costituzione di una nuova società di gestione. L’esatto contrario di quello che dice il sindaco Bottone-
I fatti oramai si incaricano quotidianamente di smentire ogni suo vano tentativo di prendere tempo per arrivare a siglare un accordo-patto con una parte del P.D. Per il bene della città ( termine molto di voga tra i consiglieri di maggioranza) speriamo che questo accordo venga siglato presto.A quale prezzo? Lo vedremo dopo . Per il momento Pagani deve continuare a vivere nell’ignavia”, conclude Paolillo.