Mercato ortofrutticolo Pagani-Nocera, i dubbi e le proposte di FdI

Mercato ortofrutticolo: Fratelli d’Italia incalza il sindaco di Pagani, Salvatore Bottone. Sotto i riflettori la questione relativa alla mancata acquisizione della proprietà della struttura.

“Il 09 Febbraio 2017 è stato nominato il Dott. Apa Domenico quale liquidatore del Consorzio Ortofrutticolo dell’Agro Nocerino Sarnese – Società Cooperativa e ad esso sono stati conferiti i poteri liquidatori così come previsti dal Codice Civile anche prevedendo, se necessario, l’esercizio provvisorio dell’azienda sociale in liquidazione – si legge in una nota a firma del capogruppo, Raffaelina Stoia -. Sin dall’insediamento nel ruolo, però, il liquidatore svolge e sviluppa, quotidianamente e costantemente, la gestione operativa ed economica del complesso immobiliare Mercato Ortofrutticolo di cui non è né proprietario, né titolare di un contratto di gestione.
E’ noto,infatti, che tale complesso immobiliare è stato ceduto il 16 Aprile 2016 in proprietà gratuita ai Comuni di Pagani (83%) e Nocera Inferiore (17%) ed è altrettanto noto che il Comune di Pagani – nonostante siano trascorsi 15 mesi e nonostante i continui e ripetuti inviti del Gruppo Consiliae FDI – non ha ancora acquisito tale proprietà al patrimonio comunale”.

E ancora: “Consegue da tanto – va avanti FI – che il Liquidatore della Società consortile, al di là dei limiti gestionali che caratterizzano il suo ruolo nell’azienda sociale il cui eventuale travalicamento interessa i soci della stessa, svolge dall’insediamento un’attività operativa – di natura economica e commerciale – utilizzando “abusivamente” una struttura senza l’ufficiale autorizzazione da parte dei proprietari”.

Frarelli d’Italia lancia, poi, stilettate nei confronti di Bottone: “Ma più sconcertante è il fatto che il Sindaco inadeguato e Pinocchio faccia finta di non conoscere il reale stato della vicenda denunciata e continui imperterrito a omettere gli obblighi incombenti sul Suo ruolo: acquisizione della struttura al patrimonio comunale e gestione economica della stessa – prosegue il comunicato -. Non è una situazione oltremodo procrastinabile ed è ora che anche su questa vicenda si accendano i riflettori degli organi di controllo essendo evidente la sussistenza di un conflitto di interessi in capo al Sindaco inadeguato e Pinocchio che, quale proprietario della struttura, rinuncia coscientemente ai propri diritti e, quale socio del Consorzio in liquidazione, incamera i vantaggi (gestione) conseguenti alle rinunce ed alle omissioni portate avanti quale proprietario. Per discutere anche di questi fatti e di “cosa fare” che il Gruppo Consiliare FDI, unitamente a quello di FI, aveva chiesto la convocazione del Consiglio Comunale che invece il Sindaco e la maggioranza hanno rimandato alle calende greche dopo essersi impegnati, nell’ultima assise consiliare, a tenerlo entro Agosto”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati