Montecorice diventa la capitale del jazz dal 21 al 24 agosto

Quattro serate all’insegna del grande jazz e della degustazione delle eccellenze vinicole del Cilento. Montecorice si prepara ad ospitare la quinta edizione del “diWine Jazz Festival, in programma dal 21 al 24 agosto. Il progetto, realizzato e curato dall’Ufficio Cultura del Comune di Montecorice, sarà totalmente finanziato dalla Regione Campania tramite il POC Campania 2014/2020 – Misura 2.4 – “Programma di eventi per la promozione turistica della Campania”.

Aprirà il festival, curato dalla direzione artistica del responsabile dell’Ufficio Cultura del Comune di Montecorice Annibale Catania e dal già direttore artistico del Music Art di Napoli Giuseppe Reale, la “Blues&Jazz Experience” con Aristide Garofalo, Jerry Popolo, Paolo Pelella, Giovanni Peccerillo, Angelo Agostino e Luigi Sarnicola. La band si esibirà alle 21.00 in piazza San Biagio, a Montecorice. Alle 22.00, invece, salirà sul palco del “diWine Jazz Festival” il re dello dello swing Emanuele Urso e la sua band composto da Clara Simovoniez, Giuseppe De Simone, Vittorio Cuculo, Adriano Urso, Giuseppe Civiletti e Francesco Bonofiglio.

La stessa suggestiva location, nel cuore del borgo cilentano, vedrà esibirsi martedì 22 agosto alle 21.00 la band “Sol Lieve” con Davide Castellano, Umberto Elia, Antonio Scannapieco, Aldo Capasso e Gianluca Perazzo. Seguiranno alle 22.00 i grandi del jazz italiano Giovanni Amato, Francesco Nastro, Luca Bulgarelli e Pietro Iodice.
La terza serata, mercoledì 23 agosto alle 21.00, vedrà esibirsi il pianista Enzo Danise. Quindi, alle 22.00, toccherà al sassofonista Stefano Di Battista, accompagnato da Nicki Nicolai, Andrea Rea, Daniele Sorrentino e Luigi Del Prete.

Il festival terminerà il 24 agosto alle 21.00 ad Ortodonico, frazione di Montecorice, con lo spettacolo di Gianluca Guidi che farà un tributo a Frank Sinatra con la sua band composta da Michele Martino, i fratelli Tommaso e Daniele Scannapieco, e Amedeo Ariano.

Alla musica si accompagneranno degustazioni gratuite dei vini delle migliori cantine cilentane grazie alla collaborazione con la sezione Campania dell’Associazione Italiana Sommelier.

“Si tratta di una sinestesia sensoriale che vuol proporre il nostro territorio su piani emotivi di grande rilievo, per un turismo d’eccezione. – spiegano gli organizzatori – Oltre ai grandissimi nomi di livello internazionale, le serate saranno animate da esibizioni di giovani artisti che nel jazz cercano una propria identità e un proprio linguaggio espressivo. Continuiamo così a portare avanti la nostra filosofia del racconto e della promozione del territorio attraverso uno sguardo diverso, che non passi solo ed esclusivamente attraverso la risorsa mare”
Il festival, infine, è anche social grazie alla pagina Facebook “Montecorice Diwine Jazz Festival”, curata da Gianlorenzo Scola e Bernardino Cera.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati