Movida. Blitz dei carabinieri, due arresti

Tentata estorsione aggravata e sequestro di persona: con queste accuse i carabinieri del Comando Provinciale di Salerno questa mattina hanno arrestato un pregiudicato di 45 anni di Pontecagnano ed un 39enne incensurato di Battipaglia, destinatari di un’ordinanza firmata dal Gip del Tribunale di Salerno. Un terzo uomo, 49enne, di Salerno, è stato denunciato a piede libero ed è indagato anche per turbata libertà del commercio.
Le tre persone sono particolarmente attive nella gestione di locali notturni della ‘movida” salernitana e, stando alle indagini, hanno sequestrato due PR appartenenti ad una società che organizza eventi e spettacoli loro antagonista, i quali, per logiche e convenienze di mercato, avevano interrotto ogni sorta di collaborazione con gli indagati, per avviare attività professionale a favore di gestori di discoteche concorrenti del capoluogo ed altri esercizi commerciali.
Lo scorso 30 dicembre, nei pressi di un noto locale pubblico del centro di Salerno e alla presenza di persone, i PR furono prelevati da due degli indagati, che li costrinsero con la forza a salire su un’auto per poi condurli nell’area sottostante Piazza della Concordia, dove furono picchiati fino a riportare delle lesioni. L’obiettivo degli indagati era quello di acquisire una illegittima posizione di preminenza per conquistare l’egemonia nel settore commerciale dell’intrattenimento, soprattutto quello da discoteca, serale e notturno, nell’area metropolitana di Salerno.
Il pregiudicato 45enne è finito in carcere mentre il 39enne è ai domiciliari.