Nocera Inferiore. Amianto, Gambino attacca Torquato

“Chi la dura la vince”: così il consigliere regionale Alberico Gambino che annuncia l’avvio dei lavori per la bonifica di un suolo, situato in Viale San Francesco di Nocera Inferiore utilizzato da una ditta ‘per la la produzione e la vendita di manufatti in conglomerato cementizio e per la commercializzazione di prodotti per l’edilizia in genere’.

“Ci sono volute una mia interrogazione consiliare regionale (reg. gen.le 87 del 29 Dicembre 2015) e ben mie tre lettere/denunce (prot. 232 del 02.03.2016, prot. 599 del 09.05.2016, 896 del 20.06.2016) nonché un’ulteriore denuncia – inviata anche ad ARPAC (prot. 1259 del 20 Luglio 2016) – per costringere la ditta locataria ad avviare i lavori di “bonifica e smaltimento di lastre in cemento amianto e realizzazione nuova copertura in lastre di lamiera grecata” relativamente ai “ tre capannoni (tettoie) costituiti da strutture in ferro e travi reticolari per una superficie complessiva pari a2.485,56 mq”, va avanti Gambino che lancia strali all’indirizzo del sindaco Torquato.

“Tutto è bene quel che finisce (inizia?) bene, ma fa specie aver dovuto rilevare – in una vicenda così delicata per la salubrità dell’ambiente e dell’aria e per la prossimità di tale area con il P.O. Umberto I – l’assoluta indifferenza delle Istituzioni (Regione Campania, Comune di Nocera Inferiore, ASL Salerno ) che ha caratterizzato questa mia battaglia intrapresa su sollecitazione delle associazioni che da anni operano sul territorio e che da sempre denunciavano, inascoltate, questo scempio sussistente sul territorio comunale .- prosegue il Consigliere regionale di FdI -.Tanto senza considerare la definizione “di ambientalista dell’ultima ora” attribuitami dal Sindaco Torquato allorchè, insieme alle Associazioni locali, denunciai questo scempio portato avanti nell’indifferenza del Comune di Nocera Inferiore. Nessun intervento di verifica e controllo è stato mai effettuato né prima né dopo le mie sollecitazioni/denunce, mai un rigo di riscontro – da parte del Comune di Nocera Inferiore – alle lettere prima ricordate inviate a mezzo pec al Sindaco”.

E ancora: “Ora che l’opera è iniziata,occorre proseguire l’impegno affinchè la Regione Campania ed il Comune di Nocera Inferiore – anche attraverso l’ARPAC e gli altri organismi di controllo – dispongano serie ed urgenti verifiche di “rilevazione del livello di inquinamento dell’aria conseguente alle produzioni industriali che in quel suolo si realizzano” essendo tutti consapevoli che “è impossibile ritenere di poter far continuare a sussistere simili produzioni e simili attività” nel centro urbano di Nocera Inferiore ed in contiguità con il P.O. Umberto I. Sono sicuro – conclude Gambino – che il Sindaco Torquato, stavolta, opererà concretamente – e non solo mediaticamente – per controllare i lavori di rimozione e bonifica del sito in questione e quelli di realizzazione a regola d’arte della nuova copertura dei tre capannoni con ‘apposizione di lastre in lamiera grecata preverniciata zincata ondulata coibentata’”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati