Nocera Inferiore. Invasione di mendicanti, Torquato scrive al Prefetto

Monta la protesta da parte di commercianti e passanti per l’invasione di mendicanti e venditori ambulanti abusivi ed il Sindaco Torquato provvede a sollecitare tempestive misure ed attività di contrasto al fenomeno inviando una nota al Comando di Polizia Locale, alla Polizia di Stato e per conoscenza al Prefetto. Dopo aver constatato il forte disagio che serpeggia non solo tra i commercianti ma anche tra i cittadini che sono letteralmente assaltati da una miriade di mendicanti che ogni mattina non solo si aggirano per le strade più affollate ma sovente varcano gli ingressi degli esercizi commerciali infastidendo venditori e clienti il Primo Cittadino ha inviato una nota che di seguito riportiamo ribadendo che nel mese di Marzo dello scorso anno ha comunque emesso un’ordinanza, la n. 12 del 11 marzo 2014, inerente il divieto di accattonaggio e mendicità molesta.

La lettera:
“Nonostante ripetuti solleciti, anche per le vie brevi, permane sul territorio comunale una diffusa presenza di mendicanti, parcheggiatori abusivi oltre che di venditori ambulanti verosimilmente sprovvisti di autorizzazione, che oramai assediano il territorio urbano turbandone l’ordine, il pubblico decoro, fino a rappresentare seri casi di pressante molestia sui cittadini. Questo da ultimo dicasi in particolare per ciò che riguarda i parcheggiatori abusivi, i mendicanti sui quali si insinua il sospetto che possano essere legati ad organismi dediti ad attività illecite. La notizia è assurta tra l’altro, dato oramai il disagio diffuso tra la cittadinanza, a dignità giornalistica. Inutile dire che alla massima Autorità Amministrativa cittadina (cioè il sottoscritto) viene imputata una mancanza di controllo e quindi una conseguente responsabilità per il permanere di detto stato di cose. Ad oggi il sottoscritto oltre ad aver prodotto apposita ordinanza inerente il divieto di accattonaggio e mendicità molesta (Ord.n.12 del 10.03.2014 allegata), ha ripetutamente sollecitato, per attività di controllo, il Corpo della Polizia Locale e la stessa Polizia di Stato (informalmente) per eventuale supporto alla prima, senza alcun apprezzabile esito. In virtù di quanto sopra, si invia la presente che viene inoltrata per opportuna conoscenza alla massima Autorità di Governo del territorio provinciale, S.E. il Prefetto. Si confida nell’adozione di tempestive misure ed attività di contrasto al fenomeno”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati