Nocera Inferiore. Provinciali. L’analisi di Iannello

“Torquato col suo falso civismo non riesce a “camuffare” la propria ambiguità, comportandosi alla Ponzio Pilato, e così Nocera Inferiore rimane completamente isolata”. Analizzando l’esito delle provinciali e la mancata elezione di un esponente politico nocerino, Antonio Iannello chiama in causa Torquato.

“Questa “nuova” maggioranza, avrebbe potuto esprimere, in auto sufficienza, il voto di 19 Consiglieri – va avanti -. Ma i due candidati al Consiglio Provinciale vengono votati da “appena” 7 Consiglieri (6 “solo 6” per Tafuro, da poco iscritto al PD). Due anni fa, con una maggioranza numericamente inferiore, i due Candidati furono votati da “ben” 8 Consiglieri (6 più una scheda nulla per Torre, candidato nel PD in quota Socialista). Eppure, oggi il PD, rispetto a due anni fa, è diventato parte integrante di questa Amministrazione. Ma sembra che i risultati non siano stati pari alle aspettative. Complimenti! Qualche considerazione, probabilmente, andrebbe fatta. Ma la si farà?
Nel frattempo, siamo costretti a prendere atto che, ancora una volta, durante questo sindacato – conclude -. Nocera non esprime alcuna rappresentanza provinciale, a differenza di altri Comuni anche più piccoli che con Amministrazioni politicamente schierate e con maggioranze compatte, hanno eletto propri rappresentanti”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati