Nocera Inferiore ricorda Totò

Tre giorni di manifestazioni in occasione del cinquantesimo anniversario della scomparsa del “principe della risata”, Totò, avvenuta nel 15 aprile 1967.

«Vogliamo celebrare la sua arte – spiega la sociologa Marilena Mastellone, anima dell’organizzazione degli eventi. L’obiettivo è proporre la sua figura e la sua umanità a livello locale, facendo conoscere anche alle nuove generazioni il suo genio».

Nasce con questi scopi “Totò il volto dell’anima”, che dal 28 al 30 aprile vedrà susseguirsi eventi teatrali e culturali in onore dell’attore, musicista e poeta che ha incantato tante generazioni.

Si inizia il 28, quando alle 20:30 sul palcoscenico del teatro Diana saliranno i “Totò’s actors” per mettere in scena la celeberrima “Miseria e Nobiltà”: uno dei lavori in cui l’attore napoletano diede il meglio di sè. Il giorno successivo,

29 aprile, alle 9:30 nell’atrio di palazzo di città inaugurazione della mostra dedicata al principe De Curtis, mentre alle 10:30 nell’aula consiliare prenderà il via il convegno “Totò: una maschera, una storia”. Alle 17, tra le interviste del professor Capaldo agli artisti che espongono nella mostra e la declamazione di poesie ci sarà un Intervento musicale a cura del maestro Espedito De Marino.

Domenica 30 aprile, a partire dalle ore 19:30 al via “Un quartiere per Totò”: piazza Zanardelli e via Castaldo ospiteranno stand che offriranno un percorso gastronomico-culturale allietato da due postazioni musica; contemporaneamente il dottor Carlo Montinaro, presidente dell’associazione medica nocerina Marco Levi Bianchini, terrà un convegno sull’alimentazione. La tre giorni sarà presentata da Giulia D’Alessandro.