Nocera Inferiore. Sessa (Cgil): “Dimissioni e/o commissariamento del Comune di Nocera Inferiore”

“Fare chiarezza. Ripristinare la legalità e la democrazia.Dimissioni e/o commissariamento del Comune di Nocera Inferiore”. Questa la richiesta che arriva da Arturo Sessa, segretario generale della Cgil di Salerno, dopo il blitz messo a segno ieri nella città di Nocera Inferiore.

“I fatti, gli ultimi avvenimenti, le indagini e le intercettazioni stanno facendo emergere, su Nocera, una realtà “malata” capace di condizionare e inquinare l’esito del voto delle ultime elezioni amministrative, vinte “a mani basse” dal candidato sindaco Avv. Manlio Torquato – scrive Sessa -. Di fatto vengono confermate le perplessità e le voci di voto inquinato che presero corpo già nell’immediato dopo spoglio. Ancora una volta, nell’Agro Sarnese-Nocerino, si ha conferma di attività illecite che vedono insieme politica e camorra strette in un sodalizio criminale, finalizzato a condizionare l’indirizzo politico ed amministrativo per favorire atti illegali a tutto discapito della democrazia e della legalità. La CGIL, alcuni mesi fa in una propria iniziativa su queste antiche e rinnovate tematiche, richiamava l’attenzione, tra l’altro, delle forze politiche e istituzionali per intraprendere iniziative tese a rendere “pulite le liste” e ad adottare “codici etici”, affinché la trasparenza, quella “vera e praticata”, potesse finalmente essere assunta quale parametro primario.Purtroppo ”ovviamente” nessuno ci ha dato ascolto!”.

E ancora: “Da poco abbiamo potuto leggere le motivazioni che hanno portato allo scioglimento del Comune di Scafati, ed ecco che a Nocera la Magistratura e le squadre investigative del Ros fanno emergere una realtà del pari grave con collusioni con malavitosi del Territorio – va avanti -. I fatti, per come in via di accertamento ulteriore, sono e restano gravissimi e non possono rimanere senza conseguenze. La politica deve prendere atto di quanto già accertato. Non vi è dubbio alcuno che il Sindaco dovrebbe rassegnare senza indugio le proprie immediate dimissioni.
Ci appelliamo non solo al senso di responsabilità, ma alla dichiarata moralità e alto senso dell’etica che da sempre, il Medesimo, dichiara di voler praticare. È sbagliato trincerarsi dietro frasi di circostanza o peggio smentire la gravità dei fatti. Non c’è dubbio che a nostro avviso sussistono tutti gli elementi per lo scioglimento del Consiglio Comunale e, pertanto, si chiede e sollecita l’invio della Commissione a ciò preposta. Infine – conclude Sessa -, un plauso alla Magistratura e alle forze dell’ordine per avere fatto luce sui fatti e comportamenti inquietanti e preoccupanti. Tutto ciò dimostra che i presidi democratici e di esercizio della Giustizia e della Sicurezza in questa area territoriale meritano, senza ombra di dubbio, di essere rafforzati e mantenuti. La CGIL, per quel che compete ad una grande forza sociale e democratica, continuerà a fare fino in fondo e senza indugio la propria parte”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati