Nocera Multiservizi, Grassi attacca Torquato

“La Nocera Multiservizi è stata usata come il bancomat del Comune per troppo tempo, e Torquato non si è dissociato dalla precedente gestione”. Così in una nota il coordinatore della Lega di Nocera Inferiore, Giuseppe Grassi.

“Dopo le recenti dichiarazioni del sindaco Torquato sulla vicenda legata al sostegno alla società per il
periodo legato alla pausa estiva, con l’assunzione di “stagionali” nella Nocera Multiservizi, resto quanto mai
esterrefatto per l’atteggiamento istituzionale – si legge nella nota -. Non è possibile accettare che il sindaco Torquato, socio unico della Nocera Multiservizi, critichi pubblicamente l’operato dell’amministratore da lui stesso nominato qualche mese fa: è come dire la mano destra non sa cosa fa la sinistra, ma insieme aprono la cassaforte”.

Le critiche di Grassi al primo cittadino sono durissime. “È troppo tempo che la società è usata come il palliativo delle istanze occupazionali delle persone, non spetta a me difendere l’operato della società, ma non è possibile tollerare certe pagliacciate: il sindaco che è titolare della gestione comunale, nonché l’unico socio della società pubblica Nocera Multiservizi, invece di prendere provvedimenti preferisce uscire sui giornali – prosegue l’esponente della Lega -. Viene da pensare che si tratti di uomo in crisi di identità che davanti al suo più grande fallimento, più volte annunciato, cerca le responsabilità altrove, ma non nel suo operato. Dal primo cittadino mi aspetto provvedimenti non interviste che nascondano la volontà di assumersi la responsabilità di tutte le scelte, che si sono consumate negli anni della sua gestione, né minacce alla società ed agli uffici comunali, che lui stesso dirige e governa. Se gli uffici non funzionano, perché si premiano sempre gli stessi attori? se la governance della Nocera Multivervizi non funziona perché non si rimuove l’amministratore?, se ci sono responsabili perché non si prendono provvedimenti? Troppo facile uscire sui giornali, ancora come il capogruppo di un partito, e non come il sindaco di una comunità, è il momento di prendere atto del fallimento e trovare una soluzione.
La Nocera Multiservizi – conclude Grassi – è stata usata come il bancomat del Comune per troppo tempo, e Torquato non si è dissociato dalla precedente gestione”.