Pagani. Approvato il progetto ‘Acrobate del Tempo’

Accordi territoriali di genere, passa il progetto “Acrobate del Tempo”. È stato ammesso dalla Regione Campania il progetto intitolato “Acrobate del Tempo” e voluto fermamente dal Comune di Pagani, capofila del coordinamento nonché di Agro Solidale. Circa 200mila euro l’importo. Grande la soddisfazione del Primo Cittadino Salvatore Bottone.

“Questa è la migliore risposta a chi sostiene quotidianamente che il Comune di Pagani non è attento alle Politiche Sociali – il commento del Sindaco Bottone – e non fa altro che attaccare in maniera strumentale il nostro operato. Con questo progetto, fermamente voluto da me, e che vedrà impegnata Agro Solidale punteremo la nostra attenzione verso le donne, garantendo loro una buona conciliazione dei tempi di vita e lavoro. I Servizi Sociali sono sempre stati la nostra priorità, e questo traguardo lo dimostra”.

Il progetto, che vedrà impegnata in prima linea Agro Solidale così come la Cisl di Salerno, la cooperativa C.a.f.ha e l’emittente Telenuova, è stato pubblicato sul Burc e si propone di sensibilizzare, promuovere e divulgare territorialmente, la conoscenza degli strumenti di conciliazione per favorire l’ingresso e la permanenza delle donne nel mercato del lavoro.

Attraverso “Acrobate del Tempo” sarà altresì possibile evidenziare le opportunità di lavoro e soprattutto sostenere la conciliazione tra vita e lavoro per un gruppo di beneficiare, alle quali saranno indirizzate i voucher sociali
per l’attivazione di servizi per l’infanzia.

“Acrobate del Tempo” si articolerà in diverse fasi.
Una prima fase sarà dedicata alla comunicazione, in modo da garantire la diffusione territoriale delle strategie del progetto; il tutto avverrà con l’attivazione di una pagina Web dedicata e pubblicizzazione tramite spot televisivi su emittente locale e convegno pubblico di diffusione della proposta progettuale.

Una seconda fase, invece, sarà rivolta all’attivazione di un front office per attività di informazione sulle misure di conciliazione dei tempi di vita e lavoro nel contesto normativo di riferimento, con l’attivazione di servizi di orientamento all’inserimento lavorativo nei settori di servizi alla persona, servizi socio sanitari ed attività di consulenza da parte di un esperto in materia.

L’ultima fase, invece, riguarderà l’erogazione dei voucher o buoni sociali che saranno destinati a beneficiare che potranno utilizzarli presso strutture inserite a catalogo per i servizi all’infanzia.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati