Pagani. Assunzioni ad Agro Solidale, FdI chiede la revoca dell’avviso

Fratelli d’Italia contesta l’avviso pubblicato da Agro Solidale, finalizzato ad assumere per tre anni 14 unità tra sociologi – psicologici e assistenti sociali. “L’avviso – si legge nella nota a firma del capogruppo Raffaelina Stoia – dimostra che il detto antico “il lupo perde il pelo ma non il vizio” è sempre attuale e che le pregresse esperienze “clientelari”, nell’assunzione di personale, del piano di Zona S01 non sono servite a niente. Ripetere, oggi, modalità “apparentemente concorsuali”, per l’individuazione delle figure necessarie a sostenere le politiche sociali ad erogarsi, con il “sistema di sempre utile solo ed esclusivamente ai parenti ed agli amici” è non solo un errore grave ma è anche, e soprattutto, “la dimostrazione di un arroganza senza limiti” che mostra tutta la propria forza pur di raggiungere l’obiettivo di “reimpiego” di quelle risorse umane amiche che – sulla scorta di procedure clientelari e sub judice – hanno già goduto di anni di lavoro regalato e lautamente pagato”.

E ancora: “Il Gruppo Consiliare di FDI ritiene “molto gravi e clientelari” i contenuti selettivi di “un avviso pubblico solo apparentemente concorsuale” e condanna, senza se e senza ma, il sistema individualizzante adottato che è “fuori da ogni logica amministrativa, giuridica e finanche concettuale” – prosegue la nota -. Impedire, infatti, a chi pur laureato con 110 e lode – e capace di dimostrare ore ed ore di stage, tirocinio e volontariato presso strutture pubbliche e/o private del Terzo Settore – di essere ammesso al colloquio orale è un assurdo giuridico ed amministrativo che solo “menti contorte e aduse a sistemi clientelari” potevano pensare di mettere in atto. Valutare maggiormente, in termini di punteggio, prestazioni lavorative eseguite presso strutture pubbliche – rispetto a quelle analoghe effettuate presso strutture riconosciute del Terzo Settore – dimostra non solo la cosciente volontà di “una procedura apparentemente selettiva finalizzata a sistemare gli stessi che già nel passato hanno goduto di corsie preferenziali nelle assunzioni” ma anche di coscientemente far finta di dimenticare che“tanti servizi sono stati espletati in questi anni, per conto dei Piani di Zona, da strutture cooperativistiche che per svolgerli hanno impiegato figure specialistiche oggi penalizzate nell’attribuzione dei punteggi”.

Il Gruppo Consiliare FDI chiede quinadi “al Presidente di Agro Solidale, ed al Direttore Generale lautamente ed inopportunamente pagato con stipendio da Dirigente – conclude la nota -, di ritirare il bando avviato e di modificarlo inserendo procedure concorsuali LEGITTIME fondate su prove scritte e colloqui ed assegnando ai Titoli posseduti “ equilibrati e minimi punteggi” uguali per tutti a prescindere dall’aver svolto le attività nel pubblico e/o nel privato e comprendendo anche stage, tirocinio e volontariato”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati