Pagani. Barone fa tappa al distretto sanitario: “Ambulatorio della guardia medica, una vergogna”

“Una vergogna infinita”: così Giuseppe Barone, presidente dell’associazione Nazionale No Aids, definisce l’ambultario della guardia medica del distretto sanitario n. 62. Riflettori puntati anche sugli spazi esterni che di notte sarebbero accessibili a tutti.

Barone, dopo aver effettuato un sopralluogo, ha invitato una missiva al direttore del distretto, Antonio Russo, e al direttore dell’Asl Salerno, Antonio Giordano.

“Erg. Direttori Giordano e Russo,

Che la sanità del nostro territorio più delle volte faccia acqua da tutte le parti lo si sa ormai da tempo – scrive -. A determinare questo stato delle cose non è solo la poca professionalità degli operatori, ma soprattutto la carenza con cui si presentano agli utenti le strutture sanitarie che dovrebbero garantire sicurezza ed efficienza quanto meno di primo livello. Da qui la grave situazione o meglio la vergognosa in cui versa il Distretto Sanitario 62, la stanza dove presta servizio la guardia medica appare desolante, servizi igienici sporchi primi di ogni sanificazione, lettino in cui si visitano i degenti in condizioni pietose, muri che hanno perso il loro colore di origine.

La cosa più grave – aggiunge – è che l’area esterna di notte terra di nessuno accessibile a tutti in quando il cancello non si chiude e l’area nelle ore notturne si trasforma in luogo del piacere e di spaccio”.

Barone ha invitato la Direzione Generale ad adottare “tempestivamente tutte le misure necessarie per il ripristino sia dei luoghi interni che dell’area estera”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati