Pagani. Chiamati a custodire la Casa Comune. Convegno all’Auditorium

Chiamati a custodire la Casa Comune. Un ciclo di convegni che, abbracciando l’intera regione Campania attraverso l’ospitalità di alcune diocesi, vogliono essere terreno di aratura, così da accogliere i semi che, attraverso il concime del confronto e della condivisione, attecchiranno.

Un percorso di approfondimento promosso alla luce dell’enciclica Laudato sìdi Papa Francesco, per rispondere alle diverse problematiche ambientali e sociali del territorio regionale.

Dopo l’arcidiocesi di Benevento e quelle dell’Irpinia, oggi, sarà la volta della diocesi Nocera inferiore-Sarno. I locali dell’Auditorium Sant’Alfonso, della città di Pagani, ospiteranno l’evento organizzato dall’Ufficio diocesano di Pastorale Sociale e del Lavoro in collaborazione con la Conferenza Episcopale Campana.

Ad introdurre il pomeriggio di lavori, il cui inizio è previsto per le ore 16.00, sarà mons. D’Alise, vescovo della diocesi di Caserta, ed Antonio Francese, membro dell’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro diocesano e dell’équipe nazionale Giustizia e Pace della CEI.

Tre le relazioni previste dal programma, alle quali seguiranno quattro gruppi di lavoro, in cui si affronteranno, in maniera dinamica, quattro tematiche specifiche, che andranno a sviluppare il tema cardine del convegno: lavoro, salute e benessere della persona.

I saluti di Giuseppe Giudice, vescovo della diocesi che ospiterà il convegno, chiuderanno l’evento, ed apriranno, invece, il momento finale di agape fraterna, durante il quale è prevista anche un’eventuale visita al museo alfonsiano.
Generare spunti generando il cambiamento. Questo è ciò che tale ciclo di convegni si auspica nel proprio piccolo di fare.