Pagani. E’ Caos politico in città, chi sta con chi?

Ma a Pagani chi sta con chi?

La crisi, gli strappi, gli inciuci, i cambi di casacca, i salti della quaglia. A Pagani, sembra non manchi proprio nulla e riuscire ad avere un quadro chiaro dell’attuale situazione politica rischia diventare una impresa ardua anche per i cosiddetti “addetti ai lavori”.

L’allontanamento dei sei consiglieri di Forza Italia e Grande Pagani avrebbe dovuto mettere a tappeto l’amministrazione, invece, Bottone sembra tranquillo e i numeri insufficienti della sua maggioranza non sembrano preoccuparlo. Forse perché i numeri sono esigui solo sulla carta e, dopo le partenze, si attendono nuovi arrivi.

L’ultima seduta di consiglio comunale del 2016 è stata illuminante: la proposta dei consiglieri di Forza Italia (Maria Rosaria Esposito, Gianluca Tortora e Bartolo Picaro) e di Grande Pagani (Pietro Sessa, Luisa Paolillo e Goffredo Iaquinandi) di rinviare ad altra seduta i debiti fuori bilancio è stata bocciata non solo dai consiglieri di Noi con Voi e Apertamente e da Pasquale Sorrentino, che da Fratelli d’Italia è passato in maggioranza, ma anche da tre esponenti della minoranza Antonio Donato e Rita Greco de “La Città che Vogliamo” e Giusy Fiore del Pd. 14 voti, compreso quello del sindaco, per bloccare la proposta dei dissidenti.
Questi numeri saranno disponibili anche in occasioni fondamentali per la vita di un’amministrazione, come ad esempio l’approvazione del bilancio?

Secondo i bene informati starebbe per venire alla luce una nuova maggioranza, ormai orfana di FI e della civica guidata da Vincenzo Paolillo. Con il varo della nuova giunta, infatti, potrebbero consolidarsi nuove alleanze e quelle che, finora, sono state sempre bollate come indiscrezioni senza fondamento potrebbero tramutarsi in patti di ferro avvalorati da nomine e passaggi da una parte all’altra dell’emiciclo.
Rita Greco e Antonio Donato, vicini agli esponenti Pd Picarone e Coscioni, potrebbero indicare il nome di uno degli assessori. Giusy Fiore del Pd, che in passato ha espresso il suo disappunto nei confronti di chi l’ha definita “stampella” della maggioranza, non dovrebbe ufficialmente schierarsi con Bottone ma potrebbe garantire un atteggiamento costruttivo.

Potrebbe lasciare Fratelli d’Italiia per avvicinarsi a un partito di centro, invece, Raffaella Cascone, cugina del consigliere regionale Pd Luca Cascone. La giovane consigliera potrebbe approdare nel Nuovo Centro Destra.
Movimenti che vanno letti anche in ottica futura. Le nuove alleanze, infatti, da un lato garantirebbero la sopravvivenza dell’attuale amministrazione, seppure supportata da esponenti politici non premiati dagli elettori, ma dall’altro rappresenterebbero anche le prove generali per le prossime amministrative, delineando le coalizioni ma anche i candidati che si sfideranno. Sempre i rumors, ipotizzano che dalla nuova maggioranza verrà fuori il nome del futuro candidato sindaco che potrebbe non essere l’uscente.

Tiziana Zurro

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati