Pagani. Fondazione, fitti non pagati. Condannato il Comune. Affondo del PD

“Il giudizio del Tribunale di Nocera Inferiore che condanna il Comune di Pagani al pagamento di circa 300 mila euro per la mancata corresponsione dei canoni di locazione da parte di quel carrozzone politico che è stata la Fondazione “Pagani, città di Santi, Artisti e Mercanti” rappresenta, se ce ne fosse ancora necessità, in maniera inequivocabile, il disastro amministrativo del decennio Gambino”. Cosí in una nota il PD di Pagani.

“Un gestione “allegra e creativa” dei conti pubblici che si ripercuoterà sulle tasche dei contribuenti paganesi, così come già successo in passato – va avanti la nota -. Cittadini che dovranno pagare, così, di tasca propria la scelleratezza gestionale di “improvvisati amministratori”. Inoltre, la sentenza del Tribunale di Nocera Inferiore apre degli scenari cupi per le già magre casse comunali. Se, infatti, il Comune di Pagani, nonostante abbia sostenuto in fase dibattimentale di non essere direttamente responsabile della gestione della Fondazione, essendo questi soggetto autonomo ma nonostante ciò condannato perché ha conservato poteri di ingerenza, ci chiediamo allora se, considerato anche il fallimento della partecipata Multiservice e dell’Istituzione “Pagani per tutti” su cui pendono ancora numerosi obblighi verso i creditori, questo possa comportare ulteriori e ben più gravi oneri per le tasche dei paganesi”.