Pagani. Fumata nera per la seduta voluta dalla minoranza, depositata nuova richiesta

La maggioranza lascia l’aula e la seduta richiesta dalla minoranza si chiude con una fumata nera.Salta dunque la discussione sui temi proposti dagli esponenti di Fratelli d’Italia e dai forzisti Picaro ed Esposito: Piano Urbanistico comunale, Mercato Ortofrutticolo, Parco Urbano, Ciclo di gestione dei rifiuti, Discarica Località Torretta, dismissioni quote Agroinvest e Patto Territoriale Spa.

Il gruppo di FdI contesta l’atteggiamento della maggioranza e annuncia di aver già presentato una nuova richiesta di convocazione del Consiglio.

“Sapevamo che quando l’unico interesse che mantiene in vita un Sindaco ed una maggioranza è solo la speranza di risolvere qualche problema personale e/o di occupare qualche poltroncina rimasta ancora libera, allora assistere all’abbandono del Consiglio Comunale – da parte di una maggioranza elettorale arricchita dal ex assertore dell’opposizione costruttiva convertitosi sulla via di Damasco e dal nuovo apostolo Goffredo – è sconcertante ma anche prevedibile e previsto – si legge nella nota a firma del capogruppo Raffaelina Stoia -. Nulla di nuovo sotto il sole, quindi, ma solo il rammarico di dover constatare ancora una volta quanto ridicoli e “privi di dignità politica ed istituzionale” sono stati, e sono tuttora, “discorsi propalati a iosa in questi mesi” da pasdaran dell’ultima ora che non solo non se ne fregano di affrontare i problemi della città ma, addirittura, non hanno alcuna capacità di compensione e di proposizione delle soluzioni da adottare”.

Poi, Stoia annuncia di aver già depositato una nuova richiesta di convocazione. “Pur di fronte a tanta “ ignavia” , da sempre denunciata, il Gruppo Consiliare FDI – il capogruppo di Forza Italia Picaro e la consigliera Paolillo –
spiega – hanno già depositato nuova richiesta di convocazione del Consiglio Comunale e, quindi, si augurano che il Presidente del Consiglio comunale dimentichi di essere “stampella della maggioranza” e convochi la seduta prima dei 20 giorni che il regolamento gli assegna. Nell’attesa di tanto proseguiamo imperterriti – e con maggiore forza – la nostra opposizione senza al connubio Bottone – Donato – parte imprenditoriale del PD locale che è devastante per questa città e che tenta di ipotecare, con le proprie scelte irresponsabili, anche il futuro del paese consegnando ai PRIVATI servizi (ciclo di gestione dei rifiuti), strutture (mercato ortofrutticolo) e strumenti di sviluppo (PUC) che sono fondamentali per lo sviluppo di questa città”.

E infine: “Lotteremo quotidianamente, con tutte le forme legittime possibili, per impedire la realizzazione del disegno – avviato sin da Aprile 2011 – “ da stupidi predatori” su cui è giunta l’ora che si accendano “fari e riflettori” anche da parte degli organi di controllo giudiziari, amministrativi e contabili perché ormai la “misura è veramente colma”. Ai cittadini di Pagani, pur allo stremo delle forze, assicuriamo sostegno ed impegno nella convinzione che questo Sindaco inadeguato e Pinocchio è ben “ oltre l’inizio del baratro politico ed istituzionale” per cui prima va via meglio è per tutti”, conclude Stoia.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati