Pagani. Lettera di Fratelli d’Italia al sindaco di San Valentino Torio

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia affida ad una lunga missiva la replica alle dichiarazioni del sindaco di San Valentino Torio, Michele Strianese, in merito all’incontro promosso a Pagani alla vigilia delle primarie del Pd. Incontro che ha suscitato polemiche per la partecipazione del sindaco Salvatore Bottone.

Di seguito la missiva a firma del capogruppo Raffaelina Stoia e dei consiglieri Anna Rosa Sessa, Raffaella Cascone e Attilio Tortora.

“Egregio Sindaco Strianese,

con lo stesso rispetto e la stessa stima che Lei ha esternato nei confronti del Gruppo Consiliare FDI di Pagani, ci permettiamo di esprimere alcune nostre deduzioni rispetto alle Sue considerazioni finalizzate, per quanto si legge nella Sua lettera, a “precisare i fatti” in merito alla “ riunione del 28 aprile 2017 tenutasi a Pagani “tra amici e politici in un luogo privato”.

In tal senso, preliminarmente, ci corre l’obbligo di sottolineare, per mera questione di chiarezza, che abbiamo rilevato la notizia della riunione dal suo profilo Facebook su cui, alle ore 1,03 del 29 Aprile 2017 (due ore dopo la conclusione dell’incontro e trenta ore prima dell’avvio delle primarie del PD), è stato pubblicato, corredato dalla foto dei partecipanti,il suo post che testualmente recitava: “Questa sera riunione a PAGANI per sostenere la MOZIONE RENZI alle elezioni primarie del 30 Aprile…(…)… Sosteniamo la candidatura del Presidente della Provincia DOTT. GIUSEPPE CANFORA, capolista per la mozione RENZI nel collegio dell’Agro Nocerino Sarnese. Si vota Domenica prossima dalle 8,00 alle 20,00. Ringrazio gli amici del PD di Pagani, ed in particolare l’amico di sempre Vincenzo Calce , per l’ospitalità e l’impegno. La libertà è partecipazione…. F.to Michele Strianese”.

Detto post ha ottenuto, sempre per questioni di chiarezza, “mi piace” e “condivisioni” da parte, tra gli altri, del capogruppo consiliare Pd di Pagani, dall’imprenditore-consulente aziendale Vincenzo Calce, dal Presidente della Confartigianato locale, presenti all’incontro.

Stante al contenuto del post, letteralmente e pedissequamente ripreso e riportato, Lei converrà che il significato mediatico attribuito alla riunione è totalmente diverso da quello che si tenta, ora, di far passare e cioè “una semplice riunione tra amici in cui si discute di fatti noti e pubblici”.

Come Gruppo Consiliare FDI, come consiglieri comunali, come dirigenti di partito e finanche come “semplici esseri umani”, riteniamo che sia “assolutamente legittimo non solo che un’impresa privata organizzi un incontro, fosse anche solo politico, per sostenere un candidato alle Primarie del PD ma anche che l’incontro, mediaticamente, venga qualificato come organizzato dal PD locale presso la sede di un soggetto privato”, così come riteniamo legittimo che all’ incontro partecipino, finanche a nome dell’associazione che si presiede, il Presidente di Confcommercio, di Confartigianato e di Cooperative e organismi del terzo Settore.

Quello che abbiamo denunciato, poichè lo riteniamo scandaloso e per tanti aspetti vergognoso, è la partecipazione del Sindaco di Pagani alla riunione, cioè del Sindaco del Comune che, poco più di un mese fa, ha affidato, in forma di fatto diretta come abbiamo denunciato anche ai competenti organi di controllo,un servizio pubblico rientrante nel ciclo dei rifiuti alla società ospitante l’incontro.

Tanto per non parlare di un altro aspetto politico, che pure abbiamo pubblicamente denunciato, rappresentato dal fatto che vi è una chiara comunanza di interessi politici tra il Sindaco Bottone e il PD locale che, però, ha il coraggio di continuare a sostenere di essere all’opposizione e di attaccare chi, come FDI, l’opposizione la fa sul serio e senza sconti.

Insomma sana e dura battaglia politica che conduciamo da sempre e che ci ha sottoposti, a più riprese, ad esternazioni del Sindaco, condivise dal PD locale, di chiaro stampo “intimidatorio” tanto da definirci, in aula consiliare e nel silenzio complice del PD locale e di un Presidente del Consiglio stampella politica della maggioranza, “terroristi” e “soggetti che bloccano la città con il loro continuo richiedere atti ed informazioni”.
Altro non abbiamo detto, né denunciato, anche perché totalmente indifferenti a quanto avviene in casa PD locale a patto che le mire e le legittime ambizioni politiche, anche laddove sostenute da imprese o consorzi privati, non intersechino la vita e le risorse pubbliche senza “concorrenzialità di mercato”.

Egregio Sindaco Strianese,comprendiamo le ragioni del Suo tentativo di “addolcire la gravità di quanto accaduto (grave per le ragioni esplicitate) e, quindi, ci asteniamo dal commentare ulteriormente.

Ci permettiamo di farLe osservare, però, nella qualità di Sindaco, di autorevole esponente dell’Ente D’Ambito Ciclo delle Acque e di esponente di rilievo del PD provinciale, che finora i progetti di cui Lei parla, per come portati avanti dai Sindaci dell’Agro, sono solo “propaganda mediatica” considerato che nessuno dei progetti presentati dalla Patto Territoriale Spa (mantenuta in vita irregolarmente), per accedere al fondo di rotazione per le progettazioni, è stato finanziato, fatta eccezione per quello riferito alla risibile realizzazione “di piste ciclabili nell’agro”.

Infine, e non per ultimo, ci permettiamo di smentirLa sul fatto che il Governatore De Luca “non si preoccupa del colore politico delle Amministrazioni”.

Lei ben sa, infatti, che, “se non appartieni al PD e a certa parte del centrosinistra”, non c’è spazio per finanziare idee e progetti (in tal senso si rifaccia alle dichiarazioni più volte ripetute dal Sindaco Bottone per giustificare la sua fitta interlocuzione con i vertici istituzionali regionali). Inoltre, come ben può rilevare semplicemente leggendo il BURC, fino ad oggi, finanziamenti sono stati attribuiti solo alla città di residenza del Governatore anche scippandoli alle città dell’Agro (v. Evento luci d’artista, fondo rotazione per le progettazioni, asilo nido, itinerari culturali).

Questi sono fatti, non vuote parole e ci sarà tempo per discuterne pubblicamente.
Con il rispetto a Lei dovuto, cordiali saluti”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati