Pagani. Madonna delle Galline, Stoia (FdI): “L’amministrazione vuole trasformare la festa in sagra di paese”

Fratelli d’Italia contesta il progetto incentrato sui festeggiamenti in onore della Madonna della Galline, presentato dall’amministrazione Bottone per accedere ai finanziamenti europei.

“Il Gruppo Consiliare FDI è stato sempre convinto che il Sindaco e la sua amministrazione fossero incapaci ed inadeguati a governare una città bella e complessa come Pagani ma mai ha pensato che arrivassero addirittura “a mortificare e a trasformare in comune sagra di paese” una tradizione millenaria come la “festa della Madonna delle Galline” – scrive il capogruppo Raffaelina Stoia – Invece è successo e tanto è – evidentemente – il primo risultato del “recente matrimonio Bottone – PD” che ha ormai completamente consegnato Pagani agli interessi elettorali del Messia Vincenzo e dei suoi due apostoli Giuseppe e Michele. Solo pensare di proporre un progetto, per accedere ad eventuali finanziamenti comunitari, che pur denominato “Festa della Madonna delle Galline” mischia e confonde, invece e nel programma approvato, la grande tradizione nostra con quelle, pur rispettate e di elevato valore, di Sarno (Festa dell’Assunta e “dei Paputi), di San Valentino Torio (Infiorata dei Casatori e Saint Valentine in Love) e di San Marzano Sul Sarno (Festa di San Biagio e de “a maronnella”) costituisce un “oltraggio alla storia, alla tradizione e finanche alla dignità del popolo paganese e di quello dei comuni coinvolti”.

Sicuramente – va avanti Stoia – non “c’è mai fine al peggio” ma il progetto approvato, e che si ha l’ardire di candidare a finanziamenti comunitari per 130.000,00 integrandolo anche con altri 30.000,00 equamente suddivisi tra i Comuni di Pagani e Sarno, dimostra che il Sindaco e l’Amministrazione sono distanti e distinti anni luce da Pagani, dalla sua storia, dalle sue tradizioni, dai suoi sogni. Ormai siamo in presenza di un Sindaco che non finisce mai di stupire “per la sua incapacità ed ignavia” e che si è completamente prostrato ai voleri ed agli ordini impartiti dal PD che usa le istituzioni solo per il raggiungimento spudorato dei suoi interessi elettorali”.

E ancora: “Il Gruppo Consiliare FDI urla a gran voce il suo “Basta” a tale sistema di governo del paese e chiede al Sindaco di dimettersi e di costruire “ il suo futuro politico/istituzionale” lasciando fuori dal “mercimonio in atto da mesi” la città di Pagani e la comunità residente che è fatta di gente che ha dignità, cultura e schiena dritta e che mai si è piegata “ ai dittatorelli di turno”. Il Sindaco – conclude la nota – ritiri il ridicolo e pasticciato progetto approvato, peraltro costituito solo da un assemblaggio di spezzoni in word riproducenti storie e tradizioni dei comuni coinvolti, e lo sostituisca con “un vero progetto” che chiede finanziamenti comunitari, e che impiega risorse del bilancio comunale, per valorizzare Pagani e le sue tradizioni, i suoi siti culturali ed artistici, le sue chiese e la basilica di S.Alfonso che nulla hanno da invidiare a chicchessia”. E per questo progetto il Sindaco indossi almeno “il vestito di uomo” e incominci a pretendere dal Governatore DE Luca e dal PD il mantenimento delle promesse di finanziamento – tanto sbandierate anche dai novelli pasdaran del Sindaco – a favore della città di Pagani”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati