Pagani. Piano di riequilibrio, le precisazioni dell’assessore La Femina

“Il Comune di Pagani non ha alcun problema di tenuta dei conti”. Così l’assessore Raffaele La Femina.

“Prima di tutto, la Corte dei Conti non contesta il piano di riequilibro, ma si esprime in merito alla legge che permetterebbe la rimodulazione da 10 a 30 anni, così come approvato in Consiglio Comunale lo scorso anno – va avanti -. Rimodulazione consentita da specifica normativa. Infatti, il parere della Corte dei Conti ha sollevato un giudizio costituzionale sulla legge e non sulla richiesta dell’Ente. È per tale motivo ed in attesa della decisione circa la costituzionalità della norma che è stata sospesa la richiesta di rimodulazione del piano di equilibrio.
Infatti, dinanzi ai giudici, lo scorso febbraio, il Comune di Pagani ha dimostrato che la suddetta rimodulazione non è finalizzata a garantire il rispetto del piano – per il quale è regolarmente assicurata la copertura in bilancio del 507mila euro dovuti – ma a permettere di accantonare nuove risorse (circa 250mila euro) da destinare alle esigenze ed ai servizi per la collettività.In conclusione, ritengo importante precisare anche che il risparmio generato dalla rimodulazione non è stato utilizzato dall’Ente per cui, anche in caso di dichiarazione di illegittimità della legge, non ci sarebbero effetti negativsull’equilibrio dell’Ente”.