Pagani. Politiche sociali, scontro a distanza tra Barone e Bottone

Non si placa il botta e risposta a distanza tra il presidente dell’associazione Anna Onlus, Giuseppe Barone e il sindaco Salvatore Bottone.

Con una nota, Barone replica duramente al primo cittadino. “Distribuzione mensile della Spesa Solidale convenzionato con il Banco Alimentare della Campania a favore di 312 famiglie Paganesi, Sportello di ascolto per la prevenzione dalle Droghe e dall’AIDS, Segretariato sociale a favore di anziani, indigenti e soggetti in difficoltà, collaborazione operativa con SERT di Nocera Inferiore, Assistenza psicologica legale e sociale a famiglie e soggetti indigenti e bisognosi: sieropositivi e malati di AIDS, inserimento in Comunità, donne e ragazze madri, alcoolisti, senza fissa dimora, disabilità. Minori a rischio, doposcuola sociale. Queste le documentate attività in cui l’Associazione A.N.N.A. Onlus è quotidianamente impegnata sin dal 2009 e che vengono svolte nella forma del più “vero e completo volontariato” dai suoi associati e senza mai contare su “contributi economici e/o materiali da parte del Comune di Pagani” – si legge-. Nell’ambito di tali attività l’Associazione si è preoccupata, a Gennaio 2017, di assistere psicologicamente e materialmente – finanche accompagnandola direttamente presso i Servizi Sociali del Comune di Pagani e interloquendo con la Dirigente Politiche Sociali Dott.ssa Devito – la signora Viola al fine di porre riparo all’imminente sfratto abitativo comminatole. Sempre nell’ambito delle attività svolte, non avendo ricevuto alcun riscontro e/o sostegno concreto finalizzato a garantire un’assistenza dignitosa alla famiglia Viola, l’Associazione – a seguito dell’eseguito sfratto subito dalla ricordata famiglia – ha inoltrato una garbata ed accorata lettera al Sindaco del Comune di Pagani con la quale ha sollecitato interventi concreti e possibili.
Per tutta risposta è arrivato un comunicato stampa, da parte del Sindaco, oggettivamente sconcertante per la falsità dei contenuti (laddove riferisce che il Comune di Pagani non era al corrente dello sfratto) e per il livore – accompagnato da calunnie e denigrazioni gratuite di cui si chiederà conto e ragione nelle competenti sedi giudiziarie – che purtroppo è diventato un segno distintivo e caratterizzante di questo Sindaco”, conclude Barone.

Intanto, ai microfoni di Agro24, il sindaco Bottone ha ribadito quanto affermato nel suo comunicato e ha lanciato un appello a Barone: “Se si vogliono risolvere i problemi della collettività non c’è bisogno di fare politica – ha dichiarato -. Quando si va sempre in polemica e ci si pone sempre contro, si è in cerca di visibilità”. Poi l’affondo: “Le persone con le quali si accompagna Barone non vogliono il bene di Pagani – ha continuato il sindaco -. Invito Barone a venire direttamente al Comune, la porta del sindaco è sempre aperta quando si vogliono risolvere i problemi dei cittadini”.

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati