Pagani. Porta a porta per il recupero dei tributi, l’avvocato Russo (Noi Consumatori) propone class action

Porta a porta per il recupero dei tributi, a Pagani potrebbe essere avviata una class action. A farsi promotore della battaglia è l’avvocato Giuseppe Russo, dell’associazione “Noi Consumatori”, che anche sulla sua pagina Facebook ha apertamente contestato l’iniziativa avviata nella città di Sant’Alfonso. La scorsa settimana il sindaco Salvatore Bottone e l’assessore alle finanze Raffaele La Femina avevano presentato a Palazzo San Carlo i due addetti di “Area Riscossioni” che si presenteranno a caso dei contribuenti non in regola con il pagamento dei tributi. Il porta a porta non prevede il recupero di denaro ma solo il tentativo di un accordo sulle modalità di pagamento. Secondo Russo, però, “l’azione di recupero tributi del comune di Pagani è illecita e illegittima”. L’avvocato Santa Maria di Castellabate, famoso soprattutto per la vincente battaglia contro l’autovelox di Agropoli, intende dunque avviare una class action.

“E’ giusto che il comune di Pagani avvii un’azione di recupero delle imposte ma queste sono delle pratiche illegittime e illecite non previste da codice civile o di procedura civile, e nemmeno da una legge speciale – spiega l’avvocato Giuseppe Russo –. E’ un sistemo subdolo e psicologicamente fastidioso che viola anche la privacy dei contribuenti”. Il Comune, quindi, potrebbe vedersi recapitare richieste di risarcimento danni dai cittadini.
L’assessore Raffaele La Femina dal canto suo precisa: “Non è un’attività del Comune è un’attività della società incaricata alla riscossione, noi abbiamo unicamente organizzato una conferenza stampa per far conoscere queste persone ed evitare possibili truffe a danno dei cittadini”.

Foto da Facebook

Informazioni sull'Autore

Sito di informazione. Servizi giornalistici video e testuali 24 ore su 24 dall'Agro Nocerino Sarnese, Area Vesuviana, Monti Lattari, Valle dell'Orco e Valle Metelliana e Salerno Nord.

Articoli correlati