Pagani. Questione rifiuti, nuovo scontro tra Fratelli d’Italia e l’amministrazione

Questione rifiuti, nuovo scontro tra Fratelli d’Italia e l’amministrazione.

Di seguito la nota a firma di Raffaelina Stoia.

“I lavoratori del Consorzio di Bacino SA1 avrebbero incontrato, ieri in Comune, l’Assessore Palladino e alcuni dipendenti dell’apparato tecnico burocratico del Settore Avvocatura e Settore Ambiente al fine di ottenere “rassicurazioni circa il pagamento degli emolumenti stipendiali riferiti al mese di Maggio 2017”.
Nel corso di detto incontro sarebbero state formalizzate, da parte comunale, difficoltà e ritardi nei pagamenti a causa di “esposti e denunce presentate dai consiglieri comunali di FDI e dall’on.le Gambino Alberico”.
Se tanto dovesse corrispondere al vero, e le giustificazioni addotte essere confermate, ci troveremmo di fronte a “ comportamenti e affermazioni non solo assolutamente bugiarde ma anche connotati da chiara ed inequivocabile natura camorristica – delinquenziale” che hanno l’unico scopo di “ alzare ancora di più il tiro dell’azione intimidatoria che da mesi l’Amministrazione comunale, e parte dell’apparato comunale, sta portando avanti nei confronti dell’azione politica – istituzionale del Gruppo Consiliare FDI che evidentemente dà fastidio e per questo zittita con ogni mezzo e utilizzando ogni occasione possibile”.

Il Gruppo Consiliare FDI, che ha già inoltrato specifica richiesta al Sindaco per acquisire certezza e contezza dell’incontro e delle gravi frasi in esso propalate, invita e diffida l’Assessore Palladino e l’Avvocatura Comunale (sembra anch’essa presente all’incontro) a “ chiarire pubblicamente se corrisponde al vero la circostanza denunciata” e, soprattutto, “ se corrisponde al vero la presenza e la titolarità di ruolo a detto incontro di un dipendente comunale – tale Amendola Alfredo – che per quanto è dato pubblicamente sapere riveste l’incarico operativo di responsabile dei servizi cimiteriali e che in quanto tale era evidentemente assente dal posto di lavoro”.

Contestualmente chiede all’Assessore Palladino non solo di chiarire le modalità di affidamento,indicando anche gli atti amministrativi di riferimento ad oggi non reperibili sul sito web dell’Ente, dell’incarico di “pulizia vasca Pignataro, aree a verde pubblico e aree cimiteriali” ad una Cooperativa sociale di tipo B come postato (anche con foto) sui social network dal dipendente Amendola Alfredo Sabato 3 Giugno 2017 ma anche, e soprattutto, se corrisponde al vero che la prefata cooperativa avrebbe impiegato – nel proprio organico e per tali lavori – congiunti/parenti di dipendenti ed amministratori comunali”.